In primo piano

E’ tempo di inserire l'undicesimo comandamento:

“mai essere indifferenti”

              (un sopravvissuto ad Auschwitz)


La nostra vicinanza e solidarietà a Mons. Luigi Bettazzi che, con coerenza, coraggio  e  argomentando con rispetto, da sempre osa dire quello che il Vangelo e il buon senso gli suggeriscono e che dovrebbero pronunciare quanti nella Chiesa scelgono il silenzio e non si lasciano coinvolgere nelle situazioni esistenziali per umanizzare le nostre Comunità solidarizzando e diventando segni credibili di accoglienza e di misericordia.

Un abbraccio, carissimo don Luigi, da parte di don mario e amici.


Caro don Mario,

Le parole sono finite. Siamo nel mezzo della bufera che ha travolto Chiesa, Politica, Umanità. Mi colpisce la non-reazione, o bisogna chiamarla vigliaccheria?, della Cei che si limita a frasi fatte e piccoli sospiri di non disturbo del manovratore.

Ho scritto l’ultimo pezzo sul Fatto, oltre 200 interventi di chi non ha letto una riga di quello che ho scritto, ma si ferma alla superficie. Penso che internet sia una maledizione: non è democrazia, ma una discarica, dove il primo imbecille, senza metterci la faccia può dire la sua come esattamente chi ha dedicato la vita a studiare e approfondire e a risolvere problemi. Chi risponde a Bettazzi sono coloro che non hanno mai fatto nulla per gli altri, ma si sono sempre approfittati degli altri. Concediamogli pure “prima gli Italiani”, ma costoro che cosa hanno mai fatto per un italiano che non sia lui? Hanno diritto di parola? Come fai ad argomentare in una piazza anonima e senza pensiero?

Ci sarebbe solo un gesto forte da fare: Il Papa, i Vescovi, ordinino di chiudere tutte le chiese con un cartello alla porta principale: “Chiusa per fallimento”, avvertendo tutti che “da questo momento sono sospesi battesimi, matrimoni, funerali, comunioni e chi chiede questi servizi deve firmare pubblicamente un atto in cui dichiara di riconoscere in ogni migrante, profugo o economico, un ‘figlio/figlia del Padre nostro’. Se non si firma si è automaticamente scomunicati”. Salvini deve essere radiato dalla Chiesa cattolica per uso genocida della religione e dei suoi simboli.

Non avrei mai pensato di vivere questi tempi, che sono identici a quelli del secolo scorso, del medioevo, dell’epoca dell’esilio, quando si augurava a Babilonia di “poter vedere i tuoi bambini sfracellati sulla pietra” (Sal 137/136,9).

Con angoscia, un abbraccio.

Paolo prete


Mons. Tonino Bello "... delle nostre parole dobbiamo rendere conto agli uomini. Ma dei nostri silenzi dovremo render conto a Dio".

 

 

 

Ultime notizie

LA DERIVA POPULISTA

AMODIO: "È QUESTA LA DERIVA POPULISTA. SI RINNEGA IL GARANTISMO DEL NOSTRO SISTEMA"

   

di Paolo Colonnello      La Stampa, 13 luglio 2018

Il penalista: qui non è più il magistrato a dettare la pena, ma sono gli istinti della gente. Il professor Ennio Amodio, uno dei più importanti penalisti italiani, emerito di procedura penale a Milano e tra gli estensori del codice processuale del 1989, è preoccupatissimo. Al punto di aver deciso di raccogliere in un libro, di prossima pubblicazione, il compendio del credo giustizialista gialloverde...

Leggi

I SUPERPOTERI DEL RANCORE

    di Francesco Merlo

La Repubblica, 13 luglio 2018

Salvini non aveva e non ha il potere di ordinare l'arresto di nessuno, ma l'immagine di uomini neri che scendono da una nave italiana con le catene ai polsi ha una tale forza evocativa, che è come se fosse accaduto; ed è già così, in questa sua realtà virtuale, una violazione dei diritti umani fondamentali. È vero infatti che, grazie al presidente Mattarella, tutto è finito come doveva finire in un Paese che è ancora uno Stato di diritto e di misericordia...

Leggi

LE PAROLE PER DIRLO

  di Derio Vescovo  di Pinerolo

“Molte volte la vita della chiesa si trasforma in un pezzo da museo o in un possesso di pochi”  (Papa Francesco)...

Leggi

Sotto la maglietta

 

di Marco Travaglio | Il Fatto  Quotidiano 10 luglio 2018

Fra i testimonial in maglietta rossa della campagna lanciata da don Luigi Ciotti, trovo decine di amici che hanno partecipato a tante battaglie del Fatto. E, se hanno aderito all’appello per non dimenticare – come scrive il fondatore del Gruppo Abele e di Libera – “il colore dei vestiti e delle magliette dei bambini che muoiono in mare e che a volte il mare riversa sulle spiagge del Mediterraneo” e “per fermare l’emorragia di umanità”, mi sento solidale con loro...

Leggi

L’INDIFFERENZA UCCIDE

  di papa Francesco 7 luglio 2018

Monizione introduttiva di Papa Francesco alla preghiera ecumenica per la pace durante la visita del Santo Padre a Bari, tenutosi presso Rotonda sul Lungomare (sabato 7 luglio 2018):

Leggi

MILLE C.I.E. IN TUTTO IL MONDO: PROPOSTA AL GOVERNO

Paolo Farinella, prete ad Amiche e Amici.

Il Fatto-on line di oggi 10-07-2018 pubblica sul mio blog e da me introdotta, una proposta shock dell’amico prof. Massimo Angelini, che farebbe onore a Salvini (in quanto a coerenza) e a Moavero (in quanto ministro degli Esteri) e all’Europa (in quanto “utilizzatrice finale”). A volte le soluzioni sono semplici, tanto semplici da scomparire nel pagliaio dei proclami ad effetto.

Un abbraccio a tutti. Paolo prete

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/07/10/mettiamo-centri-di-identificazione-ovunque-anche-alle-cayman-basta-coi-delinquenti/4480025/

Leggi

E INVECE NOI CI STIAMO.

E INVECE NOI CI STIAMO. UN DOCUMENTO DI CATTOLICI RISPONDE A PAX CHRISTI SU IMMIGRAZIONE E TRAFFICO.

9 luglio 2018 Pubblicato da wp_7512482

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, abbiamo ricevuto, e volentieri pubblichiamo un documento di cattolici in risposta alla presa di posizione di Pax Christi, relativo alle decisioni di blocco del traffico di esseri umani dall’Africa e da altri Paesi verso l’Europa e l’Italia in particolare. Ci sembra un documento molto interessante e dalle motivazioni condivisibili...

Leggi

SALVINI, SALVE!

Permettimi di darti del tu, come faccio con Dio. Ho letto sui giornali che vorresti che il tuo partito governasse per 30 anni. Hai appena iniziato e già sogni una dittatura! Per ora non hai governato. Hai urlato slogan e parole che la tua gente vuole ascoltare. Hai solo pensato a come sbarazzarti di quei condannati che scappano dalla morte in cerca di vita...

p. Teresino Serra (comboniano, ex-superiore generale)

 

Leggi

Migranti. Papa Francesco

 Migranti. Papa Francesco: solidarietà e misericordia le uniche risposte sensate


 AVVENIRE, Ilaria Solaini venerdì 6 luglio 2018

A 5 anni dalla visita a Lampedusa il Papa ricorda le vittime dei naufragi: Dio ha bisogno nelle nostre mani per soccorrere e della nostra voce per denunciare le ingiustizie commesse nel silenzio...

Leggi