Notizie

Lo straniero interiore che preme alle frontiere

La Repubblica 23 giugno 2015 Massimo Recalcati

LA DIFESA del confine o il suo allargamento ha armato da sempre la mano degli uomini. L'origine della violenza trova nel confine l'oggetto della sua passione più fondamentale: la distruzione del nemico-rivale muove Caino nel suo sogno narcisistico di essere l'unico, di far coincidere il proprio confine con il confine del mondo. È il delirio di tutti i grandi dittatori. Innumerevoli volte, nel corso della storia, il confine è diventato una questione di vita e di morte. Eppure l'esistenza del confine è necessaria alla vita. Alla vita di una città o di una nazione, ma anche alla vita individuale. Abbiamo bisogno di confini per esistere. È un problema di identità. Si può esistere senza avere un senso di identità? Senza radici e senza sentimento di appartenenza?...

 

L'ENCICLICA LAUDATO SÌ È UNA NUOVA SPERANZA PER IL PIANETA

INTERVISTA A LEONARDO BOFF di Leonardo Mele

L'Enciclica di Papa Francesco dedicata all' ecologia , ovvero alla "madre terra", non ha deluso le aspettative. Sta facendo discutere l'opinione pubblica mondiale. Per andare alle "radici" dell'Enciclica abbiamo intervistato il teologo brasiliano Leonardo Boff, uno dei padri della teologi della liberazione. Boff è tra gli ispiratori dell'Enciclica...

Il Papa in una città simile al suo stile

La Stampa, 21 giugno 2015 di ENZO BIANCHI
Arriva a Torino e torna alle sue radici. Torna in quella città da cui il nonno Giovanni, astigiano di Portacomaro, con la moglie Rosa e il figlio Mario ventenne, entrambi militanti dell'Azione cattolica, partono nel 1929 per l'Argentina, lasciandosi alle spalle un'Italia già ammaliata dal fascismo. Ma quale Torino e quale Piemonte ritrova il figlio di monferrini Bergoglio? E, in particolare, quale comunità ecclesiale lo accoglie come padre e pastore della chiesa cattolica? Torino e la sua chiesa sono forse il luogo geografico e spirituale che meno sentono come "venuto dalla fine del mondo" questo papa argentino: ne conoscono infatti le radici, il dialetto, la cultura legata alla terra e all'operosità, l'attenzione agli ultimi, la sobria schiettezza...

Vaticano, aperture per divorziati risposati.

Vaticano, aperture per divorziati risposati. E al Sinodo si discuterà di coppie gay 

di Carlo Marroni 23 giugno 2015 Il Sole 24 Ore
Sono i capitoli più spinosi del prossimo Sinodo ordinario sulla famiglia, che si terrà a ottobre. Certamente i più attesi dai media e dalla politica: le coppie gay e i divorziati risposati. Per le prime al momento (e secondo la disciplina in vigore) è non contemplata ogni forma di equiparazione con il matrimonio accettato dall a Chiesa, senza escludere forme di accoglienza (e sarà quello il terreno di scontro), mentre per i divorziati si conferma l'ipotesi di una riammissione ai sacramenti dopo un percorso individuale...

LA SINDONE NON HA MISTERI

di Sergio Luzzatto - in "Il Sole 24 Ore" del 10 maggio 2015
Almeno da un secolo a questa parte, gli storici hanno imparato che studiare il falso è quasi altrettanto rilevante che studiare il vero. Almeno da quando il medievista francese Marc Bloch trasse dalla sua esperienza della Grande Guerra combattuta sul fronte occidentale una lezione definitiva intorno al valore delle «false notizie», e del loro intreccio con le mentalità collettive: con le aspettative e con gli interessi, con i pregiudizi e con i miti che trasformano una percezione fallace in una leggenda "vera"...

L'ideologia gender: bufala del XXI secolo

Massimo Battaglio
Da: facebook


Domani, 20 giugno 2015, a Roma, è previsto un raduno di tutti i gruppi cattolici "tradizionalisti" in difesa della "famiglia tradizionale"

Sentinelle in piedi, CL, Opus Dei, Movimento per la Vita, Alleanza Cattolica, con Famiglia Cristiana, Adinolfi, il Nuovo Centrodestra e confraternite varie, finora divisi in mille rivoli dalle rivalità per i posti di potere presso le varie diocesi italiane, adesso improvvisamente uniti nella "difesa della famiglia tradizionale" e contro "l'ideologia del gender" che le minaccerebbe...

 

Lettera del Vicariato agli insegnanti di Religione: tutti in piazza contro la 'cultura gender'

LETTERA DEL VICARIATO

http://www.adistaonline.it/articolo/55124
Lettera del Vicariato agli insegnanti di Religione: tutti in piazza contro la "cultura gender"
Tratto da: Adista Notizie n° 22 del 20/06/2015

38160 ROMA-ADISTA. È legittimo che il Vicariato di Roma «anche a nome del cardinal vicario» scriva ai docenti di religione cattolica, che insegnano (anche e soprattutto) nella scuola pubblica statale, per invitarli a prendere parte ad una manifestazione di carattere politico?La domanda sorge - e non è la prima volta di un simile interrogativo (qualcuno ricorderà la lettera ai docenti di religione cattolica milanesi in cui si chiedeva di segnalare alla Curia le scuole che sostenevano la cosiddetta ideologia gender, poi sconfessata dal card. Angelo Scola) - leggendo la lettera (PROT. IRC 1453/2015) firmata il 5 giugno scorso da don Filippo Morlacchi, direttore dell'Ufficio per la pastorale scolastica del Vicariato di Roma ed inviata a tutti i docenti di religione cattolica della diocesi...

Family Day, cattolici in piazza contro le unioni gay

Family Day, cattolici in piazza contro le unioni gay: "Siamo un milione". Scalfarotto: "Evento inaccettabile"

Manifestazione a Roma contro il ddl Cirinnà, a favore del matrimonio omosessuale. Gaycenter lancia l'hashtag #familygay e Sel #chiconoscenonhapaura. Grillini (Gaynet): "Festival dell'omofobia". Il sottosegretario alle Riforme: "Manifestazione contro i diritti". Quagliariello (Ncd): "Governo stia fuori da queste dispute". Alfano e Salvini appoggiano a distanza l'evento via twitter. Sul palco anche l'Imam di Centocelle...

L'enciclica 'Laudato Sì'...

L'enciclica "Laudato Sì" : una descrizione inconfutabile della realtà, un messaggio di speranza e insieme un invito all'azione

L'International Movement We Are Church (IMWAC) ritiene che l'enciclica sia una descrizione della realtà ed insieme una apertura alla speranza e un forte invito ad azioni concrete a diversi livelli...

Il nostro medioevo

L'Isis persegue il genocidio degli yazidi. Un artista ha immortalato la distruzione di un popolo e di una religione antichissima
di Giulio Meotti | Il FOGLIO Quotidiano 15 Giugno 2015
"Hai insultato la moschea, mi hanno detto. E io dico loro: perché non riuscite a criticare le atrocità invece dei dipinti delle atrocità?"...

 

Da Francesco a Francesco di Vito Mancuso

Già l'accoppiata di titolo e sottotitolo della nuova enciclica di papa Francesco è molto significativa: "Laudato si'. Sulla cura della casa comune". Vi compaiono tre concetti decisivi della complessiva interpretazione bergogliana del cristianesimo come servizio e difesa dell'uomo: 1) la lode, ovvero la dimensione contemplativa, assolutamente essenziale per la spiritualità gesuitica; 2) la cura, ovvero la prassi volta al bene e alla giustizia, tratto peculiare della teologia della liberazione sudamericana; 3) la casa comune, ovvero il bene comune e la dimensione comunitaria della vita umana, che è sempre vita di un singolo all'interno di un popolo...

Di Vito Mancuso