Notizie

Due anni di Papa Francesco.

Due anni di Papa Francesco. Cambiamenti epocali nella Chiesa cattolica romana? di Imwac
venerdì, 13 marzo 2015
International Movement We are Church
Quando, al suo primo incontro da vescovo di Roma con i rappresentanti dei media, Jorge Mario Bergoglio, eletto il 13 marzo 2013, affermò "Ah, come vorrei una Chiesa povera, e per i poveri", egli stabilì un collegamento con la visione espressa da Giovanni XXIII all'inizio del Concilio Vaticano II (1962-65). Una visione che era sopravissuta nella Chiesa latino-americana, ma che molti martiri dovettero pagare con la loro vita, come accadde all'arcivescovo di San Salvador, Oscar Romero, che fu assassinato sull'altare il 24 marzo 1980, e il cui processo di beatificazione è stato avviato a conclusione da papa Francesco...

Il Giubileo della misericordia: i nuovi confini della chiesa

venerdì, 13 marzo 2015 Massimo Faggioli

Con l'annuncio dato oggi - 13 marzo 2015, a due anni esatti dalla sua elezione - della celebrazione di un anno santo straordinario, di un Giubileo della misericordia, papa Francesco imprime una svolta al pontificato.
Questo anno santo, che si aprirà con l'Immacolata Concezione l'8 dicembre 2015 e si chiuderà il 20 novembre 2016 con la solennità di Cristo Re, è un fatto nuovo e tradizionale insieme. Dal punto di vista del calendario, questo Giubileo viene dopo il Giubileo del 2000 e anticipa quello previsto per il 2025. È un Giubileo straordinario come quello del 1983 di Giovanni Paolo II, che però cadeva a 50 anni da quello del 1933 e per i 1950 anni dalla morte e resurrezione di Cristo...

Nuove registrazioni audio

Nella sezione audio, le registrazioni della serata del 9 marzo, Mons. Franco Brambilla: In ascolto di Gesù Cristo, uomo nuovo e della serata dell'11 marzo, Don Perini: Preghiera dell'individuo e della comunità: vai alla sezione audio

L'amore ai tempi di Bergoglio

sabato, 28 febbraio 2015 Alessandro Baoli

I cittadini che da anni aspettano una normativa sulle Unioni civili, e in particolare le persone omosessuali che non hanno nemmeno l'alternativa del matrimonio, hanno l'unico inutile "privilegio" di stare sempre al centro del dibattito, suscitare polemiche infinite e tifo da stadio - pro o contro - argomento di discussioni da salotto chic e da mercato. Ogni volta che si prova ad affrontare un problema che li riguarda (oggi le unioni civili, ieri l'omofobia) si scopre che c'è sempre qualcosa di più importante o di più urgente da fare, prima di dare diritti e dignità a una parte della cittadinanza (che aspetta da decenni) come dovrebbe succedere in ogni democrazia matura e civile...

La posizione di Gesù sul matrimonio

sabato, 28 febbraio 2015 Xavier Alegre Adista Documenti n. 8 del 28/02/2015
È degno di attenzione il fatto che, secondo i Vangeli, Gesù parlò poco del matrimonio e della sessualità, mentre la denuncia dei pericoli della ricchezza fu un aspetto fondamentale della sua predicazione, soprattutto nel Vangelo di Luca. Sorprende, quindi, che nel Magistero della Chiesa la proporzione sia inversa e soprattutto fa specie il contrasto nel modo in cui il Magistero affronta la morale sociale e la morale sessuale...

Papa Francesco e i preti sposati, un confronto avviato

sabato, 28 febbraio 2015 Luca Kocci

Adista Notizie n. 9 del 07/03/2015
Che papa Francesco abbia la questione dei preti sposati nella sua «agenda» non può più sorprendere considerato che, il 4 aprile dello scorso anno, a mons. Erwin Kräutler che lo informava della difficoltà delle comunità amazzoniche di accedere ai sacramenti per la rimarchevole scarsità di sacerdoti, disse: "proponete qualche soluzione innovativa e poi si vedrà"; e che, a seguito di tale colloquio, la Conferenza episcopale brasiliana (Cnbb) ha costituito una commissione per studiare la possibilità di ordinare sacerdoti dei viri probati (uomini sposati di provata fede e serietà) sotto la presidenza del card. Claudio Hummes, già vescovo di São Paulo e attualmente presidente della Commissione episcopale brasiliana per l'Amazzonia (v. Adista Notizie nn. 16 e 45/14; bisogna tuttavia sottolineare che su un siffatto "laboratorio" non ci sono state né conferme né smentite ufficiali)...

MESSAGGIO DI PAPA FRANCESCO PER LA QUARESIMA 2015

"Rinfrancate i vostri cuori"

Cari fratelli e sorelle, la Quaresima è un tempo di rinnovamento per la Chiesa, le comunità e i singoli fedeli. Soprattutto è un "tempo di grazia" (2 Cor 6,2).
Dio non ci chiede nulla che prima non ci abbia donato: "Noi amiamo perché egli ci ha amati per primo" (1 Gv 4,19). Lui non è indifferente a noi. Ognuno di noi gli sta a cuore, ci conosce per nome, ci cura e ci cerca quando lo lasciamo. Ciascuno di noi gli interessa; non è indifferente a quello che ci accade.
Però succede che quando noi stiamo bene e ci sentiamo comodi, certamente ci dimentichiamo degli altri (cosa che Dio Padre non fa mai), non ci interessano i loro problemi, le loro sofferenze e le ingiustizie che subiscono... allora il nostro cuore cade nell'indifferenza: mentre io sto relativamente bene e comodo, mi dimentico di quelli che non stanno bene...

 

Resto cristiano anche se scelgo come morire

Nel suo nuovo libro il teologo Hans Küng spiega perché difende l'eutanasia: "Non è un'auto-assassinio pianificato per provocare l'autorità ecclesiastica"

Morire felici? di Hans Küng (Rizzoli trad. di Chicca Galli pagg. 170, euro 17)
Traduzione di Chicca Galli (Repubblica 25 febbraio)

 

A proposito di Romero

E ROMERO DISSE: «ADESSO TOCCA A ME»
ROMERO è diventato beato per un passaparola lungo trentacinque anni. Eroiche virtù scoperte (si fa per dire) dai giornalisti impegnati nella guerra civile in Nicaragua e accorsi a San Salvador per le voci che arrivavano a Managua dove il dittatore Anastasio Somoza stava per arrendersi alla guerriglia. Le voci raccontavano delle omelie di un vescovo che rompeva la convivenza della Chiesa latina coi governi in divisa. Due anni prima il nunzio apostolico Pio Laghi aveva benedetto il golpe dei militari argentini, unico diplomatico straniero ad applaudire alla Casa Rosada l'insediamento del generale Videla. Felicità dei grandi proprietari di Buenos Aires; rabbia dei ponderosos del Salvador, quel loro pastore dalla parte dei senza niente...
Maurizio Chierici -(Il Venerdì 20 febbraio)

La Quaresima tra cenere e acqua

Dalla testa ai piedi, di don Tonino Bello

Carissimi,
cenere in testa e acqua sui piedi. Tra questi due riti, si snoda la strada della quaresima. Una strada, apparentemente, poco meno di due metri. Ma, in verità, molto più lunga e faticosa.
Perché si tratta di partire dalla propria testa per arrivare ai piedi degli altri.
A percorrerla non bastano i quaranta giorni che vanno da mercoledì delle ceneri al giovedì santo. Occorre tutta una vita, di cui il tempo quaresimale vuole essere la riduzione in scala. Pentimento e servizio...

QUARESIMA di P. Alberto Maggi

Con il mercoledì delle ceneri inizia la quaresima. Per comprendere il significato di questo periodo occorre esaminare la diversa liturgia pre e post-conciliare.

Prima della riforma liturgica, l'imposizione delle ceneri era accompagnata dalle parole "Ricordati che sei polvere e in polvere ritornerai", secondo la maledizione del Signore all'uomo peccatore contenuta nel Libro della Genesi (Gen 3,19). E con questo lugubre monito iniziava un periodo caratterizzato dalle penitenze, da rinunzie e sacrifici e dalle mortificazioni...