Notizie

E' MORTO DON ANDREA GALLO

 
E' MORTO DON ANDREA GALLO

UN UOMO DIPINTO DI CIELO

CHE SI E' MACCHIATO DI TERRA

PER FARSI RACCONTO DIO

IN MEZZO AGLI ULTIMI.

E' UNO DI QUEGLI UOMINI CHE

NON MUIOIONO MAI.


 


 

Il Dio straccione di don Gallo, di Vitaliano Della Sala

Caro don Gallo,
spesso dicevi che non avrebbero potuto mai farti papa, perché sarebbe suonato male papa-Gallo! In realtà suonerebbe male anche san Gallo, ma non è solo per questo che non so se ti faranno mai canonicamente santo - e nemmeno te lo auguro! - ma in moltissimi potremo considerarci privilegiati per aver potuto vedere, anche se solo attraverso la televisione, come sono gli occhi, il sorriso e la "sfrontatezza" di un santo per nulla canonico...

Cinquant'anni fa moriva Giovanni XXIII

Il 3 giugno 1963, papa Giovanni XXIII si spegneva nella sua camera al terzo piano del palazzo pontificio. Si dirà che è spirato sull'Ite missa est della messa che era celebrata per lui su piazza San Pietro. Siamo alla sera del lunedì di Pentecoste, una coincidenza che colpisce per quel papa che aveva tanto desiderato una nuova Pentecoste per la Chiesa e che aveva visto l'inizio della sua concretizzazione con la riunione della prima sessione del Concilio Vaticano II da lui convocato cinque anni prima.
Di Papa Giovanni potremmo ricordare che ha aperto le finestre della Chiesa perché circolasse aria nuova!

Lettera di un prete diventato barbone (da Facebbok)

" ...esco dalla mia baracca mendicante. Sono io, il prete accattone, di cui ti ha parlato suor Teresa, uno di quelli che raccolgono i cartoni e mangiano i rifiuti dei ristoranti.
Oggi è giornata di sole e mi sento in vena di scriverti. Sopra la mia testa, sull'autostrada, passano leauto per Ventimiglia. Mi piace starmene al sole di novembre per intiepidirmi le ossa..."

IL VATICANO NON PERDE IL VIZIO, NONOSTANTE FRANCESCO

Genova 30-05-2013 - Siamo alle solite, anzi al nuovo che avanza gagliardo e braccio destro teso con palmo aperto. Suon di fanfare e stridìo di gagliardetti e tintinnar di croci in soccorso di Alemanno Gianni, fascista verace e amico di personaggi equivoci come mons. Rino Fisichella, quello che giustificò la bestemmia di Berlusconi e oggi presidente del Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione. Santo Iddio, quousque tandem ...?

Papa Francesco 'Si vendano le chiese per dare da mangiare ai piu' poveri'

Nell'Udienza di ieri ai vertici di Caritas Internationalis, il Pontefice ha indicato nella carità la via per uscire
da una crisi che mette in pericolo l'uomo, "la carne di Cristo": "La Caritas è la carezza della Chiesa al suo popolo, la carezza della Madre Chiesa ai suoi figli; la tenerezza, la vicinanza. La ricerca della verità e lo studio della verità cattolica sono altre dimensioni importanti della Chiesa, se la facciano i teologi... Poi si trasforma in catechesi e in esegesi. La Caritas è l'amore nella
Madre Chiesa, che si avvicina, accarezza, ama"...

HABEMUS PAPAM

È timido, è semplice, è piemontese, anche se parla come Maradona. Chissà se gli basterà essersi chiamato Francesco per seppellire la pompa della Chiesa e la società dei consumi, entrambe degenerate a livelli insostenibili. Di sicuro uno che al suo primo affaccio dal balcone si mette in ginocchio e riesce a fare tacere per quasi mezzo minuto la folla di Roma può essere capace di qualsiasi impresa...

L'antropologia di Benedetto. Autiero: tanto Agostino e cosi' poco Tommaso

da Jesus, marzo 2013 pagg. 14-17

Italiano ma da trent'anni in Germania, docente di Teologia morale alla Facoltà cattolica di Münster, il professor Antonio Autiero ci aiuta a capire qual è la visione dell'uomo, l'antropologia, che emerge dall'opera di Joseph Ratzinger. «È innegabile», dice, «che lo sguardo sull'uomo e una chiara visione antropologica sia di casa nel pensiero del teologo Ratzinger e nell'insegnamento di Benedetto XVI...

Vito Mancuso commenta le dimissioni di Benedetto XVI

Per il teologo le dimissioni di Benedetto XVI rappresentano una «svolta» per la Chiesa. Che ora potrà attuare i valori del Concilio Vaticano II.

D: Le dimissioni del papa possono essere lette come una resa?
R: Non si tratta di una resa. Ratzinger ha compreso di non essere più in grado di svolgere al meglio il suo, mi si consenta il termine, «mestiere». E ne ha tratto, con onestà e responsabilità, le conseguenze...

Lettera Pastorale 'FARSI PROSSIMO' (anno 1986) del Car. Martini

Vieni, Spirito del Padre e di Gesù,
guidaci verso tutta la verità,
aiutaci a dimorare nell'amore di Gesù,
a ricordare e a compiere
tutto quello che Gesù ci ha insegnato.
Signore Gesù, sotto la guida del tuo Spirito,
cerchiamo di ricordare le parole
che ci dicevi quando eri tra noi.
Avevamo lasciato tutto
e ti avevamo seguito.

Eravamo conquistati dalla tua parola
e dai gesti prodigiosi,
con cui sanavi le debolezze umane.
Aspettavamo con ansia il gesto definitivo,
che avrebbe inaugurato
il tuo regno sulla terra.
Ma tu guardavi sempre oltre,
verso un centro misterioso della tua vita,
che sfuggiva continuamente
alla nostra comprensione...

Ecco, Signore, un anno nuovo.

Ecco, Signore, un anno nuovo. Non sappiamo come sarà e possiamo solo sperare e farci auguri inutili che tuttavia carichiamo di buoni auspici...

..."Buon anno, amici, buon anno!" Più di trecento giorni pieni di sole, di luna, di nuvole, di neve; più di trecento giorni, pieni di solidarietà e di gioia; e, se verrà il dolore, che sia vissuto con amore.

"Buon anno, amici, buona vita!"

Adriana Zarri