Archivio

A seguito della serata con Englaro don Perini scrive...

A seguito della serata con Englaro don Perini scrive:
 
Don Giovanni Perini: Beppino Englaro e don Pier Luigi Di Piazza

L'incontro avvenuto lunedì 12 marzo a Ronco di Cossato con il Signor Beppino Englaro e don Pier Luigi di Piazza ha posto tematiche e interrogativi delicati e di grande spessore, che per loro natura, soprattutto per il grande impatto emotivo, non potevano che suscitare reazioni contrastanti e divergenti. E questo è un bene generalmente, se si osserva una condizione di fondo che è la volontà di ascolto attento e rispettoso delle ragioni dell'altro, senza fare della situazione singola una legge universale....

A PROPOSITO DI ANZIANI

LA VECCHIA SIGNORA SCORBUTICA

 

Sul tavolino da notte di una vecchia signora ricoverata in un ospizio per anziani, il giorno dopo la sua morte, fu ritrovata questa lettera. Era indirizzata alla giovane infermiera del reparto...

Natale 2011

Un altro Natale e il desiderio di raggiungervi con un augurio e una riflessione come segno di un legame che dura e continua nel tempo. Una carezza, sia pure a distanza, che prende ispirazione da chi esercitò l'arte del poeta nel raccontare la vita con fede e con fantasia.

11 N0VEMBRE 2011 : FESTA DI SAN MARTINO


11 N0VEMBRE 2011 : FESTA DI SAN MARTINO


Vi offro una versione su San Martino e il povero di Amiens. E' frutto di ricerca di un illustre storica, che magari ci aiuta a rendere meno banale, più credibile e comprensibile il gesto compiuto dal giovane Martino, senza nulla togliere alla ormai suggestiva tradizionale icona del soldato a cavallo che taglia in due da cima a fondo il suo mantello per ricoprire il mendicante.

 CONCERTO DELL'11 NOVEMBRE - AUDIO

Organo: Manuel Signorelli
Flauto: Beatrice Oteri

Chiesa Parrocchiale di S. Martino - Quaregna, 12 novembre 2011

L'EUCARISTIA, ESIGENZA DI GIUSTIZIA SOCIALE

L'EUCARISTIA, ESIGENZA DI GIUSTIZIA SOCIALE - Un articolo di Helder Camara

Quando la comunità cristiana partecipa all'eucaristia1, al momento dell'offertorio vede tra le mani del celebrante il pane «frutto della terra e del lavoro dell'uomo», ed essa vive una lezione di giustizia sociale che dovrebbe segnare la nostra vita. Come non pensare che invece il pane ci sta davanti come frutto del denaro e che ci sono milioni di persone - i due terzi del mondo - che non hanno pane?

Piazza san Pietro

Piazza san Pietro

Piazza san Pietro,
bella, di notte, con le quiete fontane,
provinciale,
nel mezzogiorno di domenica,
con i turisti papalini...

In morte di don Attilio

Al termine della celebrazione di un rito funebre succede che alcuni prendano la parola: familiari, politici, presidenti di associazioni e quant'altri. Così oggi, come prete, desidero in questo modo salutare il confratello Attilio che aveva di me una considerazione che spesso sentivo di non meritare...