Migranti, 13 mila sbarchi

01-09-2016 - Notizie

Migranti, 13 mila sbarchi in quattro giorni: è record
Superato il totale del 2015. Attualmente l'Italia ospita 145.900 persone. Salvini insorge: «Bloccare l'invasione o giustizia da soli».
31 Agosto 2016
Con la definitiva chiusura della rotta balcanica, attraversare il Mediterraneo centrale è rimasta l'unica via d'accesso all'Europa per migranti e potenziali richiedenti asilo in fuga dall'Africa e dal Medioriente.
L'Italia è allo stesso tempo isolata e in prima linea, i numeri degli ultimi quattro giorni lo dimostrano. Con più di 13 mila persone soccorse in mare dalla Guardia Costiera, il totale degli sbarchi ha superato la quota registrata nel 2015. Attualmente il nostro Paese accoglie 145.900 migranti, mentre l'anno scorso erano in tutto 103.000.
PARTENZE DA LIBIA ED EGITTO. Il ministero degli Interni prevede nuove ondate ai primi di settembre, provenienti come le ultime dalle coste della Libia e dell'Egitto, lungo una rotta diventata ancora più pericolosa. Il numero di vittime è aumentato infatti di oltre un terzo rispetto al 2015. Secondo l'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), 1 migrante ogni 85 è morto nella traversata del Canale di Sicilia nel 2016, rispetto a 1 ogni 276 nel 2015.
BOOM DI MINORI NON ACCOMPAGNATI. Ad arrivare in Italia sono soprattutto nigeriani (25%), eritrei (16%) e sudanesi (9%). Ed è record anche di minori non accompagnati: 11.797, quasi come tutti quelli arrivati nel corso del 2015 (12.360).
Degli oltre 145 mila migranti ospitati sul territorio nazionale, la maggior parte (111.061) è alloggiata nelle strutture temporanee presenti nelle varie regioni. Lombardia, Sicilia, Lazio e Veneto sono quelle che hanno messo a disposizione il maggior numero di posti.
SALVINI: «DA OGGI SI ACCOLGANO SOLO DONNE E BAMBINI». Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, prova a cavalcare l'onda con una dichiarazione choc, destinata a suscitare polemiche: «È urgente bloccare l'invasione, altrimenti gli italiani saranno costretti a farsi giustizia da soli. Da oggi si accolgano solo donne e bambini, gli uomini si respingano: tutti a casa loro».
POCKET MONEY AI TERREMOTATI. Intanto un gruppo di migranti ospitati nelle strutture di Portogruaro, Annone Veneto e Concordia Sagittaria, gestite dalla cooperativa Cssa in provincia di Venezia, ha aderito alla raccolta fondi per i terremotati del Centro Italia. I migranti hanno deciso di devolvere a questo scopo il loro poket money giornaliero (2,5 euro) e di versare la somma alla Croce Rossa Italiana: «I ragazzi hanno accolto tutti e immediatamente la proposta. Nel corso della stesso incontro tutti i richiedenti asilo hanno dichiarato la loro piena disponibilità a svolgere attività di volontariato sociale», hanno detto i responsabili del comitato di coordinamento.