Domenica prossima la beatificazione di Paolo VI

15-10-2014 - Notizie

Domenica prossima la beatificazione di Paolo VI
La cerimonia a chiusura del Sinodo straordinario sulla famiglia

"Non saremmo cristiani fedeli, se non fossimo cristiani in continua fase di rinnovamento" - Paolo VI.

 

Giovanni Battista Montini succede a Papa Giovanni XXIII prendendo il nome di Paolo, che è già indicativo per il Suo Pontificato, perché come l'Apostolo Paolo, desiderava ricollocare la Chiesa nel cuore del mondo"e far arrivare la Parola del Vangelo in qualunque posto, così anche Paolo VI fu il primo Papa che incominciò a viaggiare alla scoperta di uomini e momenti nel segno della pace e del bene. Scrive Mons. Elio Venier «Ci resta ora di assolvere ad un doveroso compito. Quindici anni di Vescovo di Roma hanno consacrato Papa Montini tra i grandi Pontefici d'ogni tempo e tra i più generosi benefattori della nostra città di Roma....La storia avrà molto da dire su Giovanni Battista Montini, il nuovo San Paolo della chiesa attuale, come lo aveva definito il Patriarca Atenagora».
Fu lui a creare il 15 settembre 1965 il Sinodo dei vescovi e domenica prossima Paolo VI sarà beato: Papa Francesco lo proclamerà alla fine dell'assemblea straordinaria dei vescovi sulla Famiglia, in corso al Vaticano dal 5 al 19 ottobre.
Dopo le canonizzazioni di Giovanni XIII e Giovanni Paolo II ad aprile, arriva così l'omaggio al pontefice che concluse il Concilio Vaticano II. La beatificazione di Giovanni Battista Montini - nato a Concesio (Brescia) nel 1897, Papa dal 1963 alla morte a Castel Gandolfo nel 1978 - arriva a poco più di cinque mesi dal riconoscimento di un suo miracolo per la guarigione "scientificamente inspiegabile" di un bimbo appena nato. Era stato Giovanni Paolo II a volere l'apertura del processo diocesano per Paolo VI, con l'iter che era iniziato l'11 maggio 1993.

Per Roma sarà un'altra domenica di festa e di impegno: diverse migliaia i fedeli che potrebbero arrivare nella Capitale per la beatificazione del Papa che modernizzò la chiesa Cattolica, famoso anche per l'appello "agli uomini delle Brigate Rosse" nei giorni del rapimento di Aldo Moro.