A PROPOSITO DI SALVINI

10-11-2014 - Notizie

A PROPOSITO DI SALVINI (Diversa.mente)
Chi provoca non è meno responsabile di chi reagisce. Non è solo una vigliaccata o una bugia storica e di cronaca ma è soprattutto un sottovalutare volutamente la portata reale quando "certa destra" insiste a comodo nella solita vecchia nauseante versione di regime secondo cui la violenza sia e debba essere sempre e soltanto di sinistra soltanto perchè a manifestare e a reagire sono i centri sociali, i no-G8, i no tav, i disoccupati... Poteva essere così semplice una volta, quando destra e sinistra erano ben riconoscibili... Ora, pur non santificando quelli che "banditen" reagirono violentemente alla dittatura (perchè non basta essere stati partigiani per essere stati galantuomini), come non considerare che senza quei "facinorosi, pericolosi al regime, rivoluzionari di piazza..." di settant'anni fa, quelli della Lega anti-Italia e anti-Roma non potrebbero neppure mettere il naso fuori dall'uscio di casa? Eppure i voti che confluiscono nella Lega Nord non provengono solo dalla vecchia destra, come insegna il bacino di voti in Emilia Romagna. La Lega fa soprattutto presa su chi è stanco di impoverirsi inutilmente per uno Stato assente nei servizi e iper presente nella repressione... La Lega Nord non sarebbe chi è se non rappresentasse il malcontento di tanti disoccupati italiani che si vedono privare della sicurezza del proprio lavoro e quindi del futuro della propria famiglia... Tuttavia la Lega, cosi proverbialmente attenta al territorio e alle autonomie, ha tradito i no-tav pur di dirsi di destra... in altre parole, la Lega Nord raccoglie molti delusi della vecchia sinistra, e ne avrebbe molti di più se fosse palesemente trasversale ed indipendente dai vecchi baracconi anacronistici di destra e di sinistra... La Lega denuncia, giustamente, questo governo fantoccio, mentre andava a nozze con Berlusconi che certamente di meglio non ha fatto nè da un punto di vista morale nè prammatico, e fece anzi da ricettacolo di menefreghisti del bene comune, pregiudicati, corruttori, stallieri dai dubbi meriti di "famiglia" o carrieriste da seni e labbra rifatti oltre misura (alla faccia della meritocrazia). La Lega è compatta per ideologia contro Obama malgrado costui abbia, parafrasando i leghisti: "nel rispetto delle autonomie locali", chiuso due fronti di invasione aperti dal guerrafondaio Busch, e per aver tentato riforme allo stato sociale USA onde ottenere meno povertà diminuendo il potere delle lobby farmaceutiche e di armi...; i leghisti, al contrario, santificano Putin che sta riorganizzando il vecchio blocco sovietico a suon di corruzione e di armi improprie, esattamente come fecero per ottant'anni i suoi ex compagni del soviet. No, cari amici della Lega Nord, se non nella mente di coloro a cui convenga, non esistono più una destra o una sinistra ben precise da santificare o demonizzare senza che si cada in contraddizione o nel ridicolo... la violenza, per disperazione e paura, è talmente di tutti che nessuno può credersene assolutamente innocente e vittima: chi provoca non è meno responsabile di chi reagisce.