KOINONIA FORUM FORUM 659 (1 luglio 2020)

01-07-2020 - Documenti

Cari amici, l’informazione data in apertura di questo Forum interesserà all’atto pratico pochi o nessuno, per ragioni di luogo e di tempo. Ma il suo significato può dire qualcosa a tutti, e riportarci al punto di partenza del nostro cammino. Si tratta in concreto di una concelebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo di Pistoia Mons. Fausto Tardelli, il 10 luglio a Prataccio (comune di Piteglio – PT), in memoria di P.Paolo Andreotti nel 25° anniversario della morte. Prataccio è il luogo della sua nascita e anche dove è sepolto nella chiesa del paese. Il senso di questa celebrazione col Vescovo si può cogliere dal passo dell’omelia che Mons. Giordano Frosini tenne per le esequie proprio a Prataccio il 13 luglio 1995, mentre il motivo di partecipazione da parte nostra ce lo fa capire una lettera che il P.Remigio Botti scrisse a me in quei giorni dal Pakistan. A questo si aggiungano alcune mie parole in una lettera ideale al P.Paolo, che sono stato indotto a scrivere dalla rilettura di un suo biglietto, che mi ha fatto rivivere una lunga storia interiore. In realtà, oltre che interessare la Chiesa locale di Pistoia, i familiari del P.Paolo e il suo paese, questa ricorrenza ci coinvolge in quanto “Centro Koinonia P.Paolo Andreotti”, comunque aperto e operante in ordine agli intenti e alle ragioni per cui è nato: non per fregiarsi di un nome autorevole, e neanche per un formale omaggio a lui, ma semplicemente per dare seguito alla solidarietà e all’indirizzo di missione profondamente condivisi. All’origine e nel cammino di Koinonia ci sono infatti la sua azione e la sua compagnia, di cui rendergli apertamente grazie e giusto riconoscimento, in fedeltà al monito di san Paolo: “E siate riconoscenti!” (Colossesi 3,15) Ecco, vogliamo unire la nostra riconoscenza a quella di tanti altri e farsi voce di tutti in una celebrazione eucaristica, che sia segno e momento di piena comunione ecclesiale e testimonianza di una chiesa in stato di conversione missionaria! Per quanto riguarda il resto dei nostri Forum, ci limitiamo per ora ad un appello per il referendum di settembre, nel caso qualcuno si senta di condividerlo e lo voglia sottoscrivere. Rimane in sospeso l’approfondimento e la riflessione intorno al “mistero della fede”, nella ormai acquisita consapevolezza che una “conversione pastorale” e una “riforma della chiesa in uscita missionaria” - promosse dalla “Evangelii gaudium” - hanno senso proprio su quel terreno, per arrivare ad una esistenza eucaristica di chiesa che rispecchi la riforma conciliare di “Sacrosanctum Concilium” e tenti una traduzione pratica del documento Cei del 1983 “Eucarestia, comunione e comunità”. Anche la buona volontà ha bisogno di una struttura mentale di verità e di conoscenza! Non ci mancano sollecitazioni, insegnamenti e indicazioni di come muoversi per cambiare mentalità e modo di essere nella prospettiva appunto della “Evangelii gaudium”: ma fino a quando non ci convinciamo che spetta a ciascuno di noi fare i primi passi in questa direzione, rimaniamo chiusi dentro le forme di una pratica di fede abitudinaria, buona forse per noi stessi ma sale cha ha perso sapore per il mondo! Per questo abbiamo bisogno di testimoni e compagni di strada credibili. E di sostenerci tra di noi con preghiera e aiuto reciproco. Con tanta speranza e gratitudine! Alberto

Vedi il documento