Notizie

SI A MEDJUGORJE

LA REPUBBLICA lunedì 10 novembre 2014
IL VESCOVO SFIDA IL DIKTAT DEL VATICANO: SI A MEDJUGORJE di Marco Ansaldo

Invitata a Palestrina la più celebre veggente mariana

CITTÀ DEL VATICANO. "Ecco, la Madonna di Medjugorje mi ha parlato. Dice che ha tutti noi nel cuore, che vuole la pace nel mondo, che dobbiamo pregare. Alcune cose, però, non le posso dire, perchè sono fra me e lei. Ma comunque farà altre apparizioni"...

 

Dopo la scelta di Brittany

Dopo la scelta di Brittany: polemiche, accuse, condanne...innanzitutto si richiede rispetto evitando crociate che con il Vangelo non hanno nulla a che fare.
La Chiesa (nella persona di Mons. Ignacio Carrasco de Paula, presidente della Pontificia accademia per la Vita) ha perso un'occasione per fare un po' di silenzio come invito a riflettere sul mistero della vita e della morte. Visioni e modalità diverse di affrontare la questione sul fine vita. Di seguito la testimonianza di P. Carlo Maria Martini, di Beppino Englaro ì di don Di Piazza e gli articoli di Giannino Piana e di don Giovanni Perini...

KOINONIA Forum num. 409

Cari amici,
dopo averne riflettuto e parlato, domenica scorsa abbiamo vissuto la "Cena del Signore", cercando di cogliere dal vivo il senso profondo del "mistero della fede" che racchiude e segna tutta la nostra esistenza umana. Tutto questo nella convinzione che una mutazione epocale della stessa chiesa può e deve avvenire solo nel suo DNA, che è appunto l'Eucarestia...

La vera storia di questo sinodo. Regista, esecutori, aiuti

lunedì, 27 ottobre 2014 Sandro Magister

http://chiesa.espresso.repubblica.it
"È tornato a soffiare lo spirito del Concilio", ha detto il cardinale filippino Luis Antonio G. Tagle, stella emergente nella gerarchia mondiale oltre che storico del Vaticano II. Ed è vero. Nel sinodo che sta per concludersi ci sono molti elementi in comune con ciò che accadde in quel grande evento. La similitudine più appariscente è lo stacco tra il sinodo reale e il sinodo virtuale veicolato dai media...

Nel sinodo e dopo, porta girevole per gli omosessuali


lunedì, 27 ottobre 2014 Sandro Magister


ROMA, 22 ottobre 2014 - L'omosessualità è stata una delle questioni più controverse, nel recente sinodo straordinario sulla famiglia, come prova la diversità abissale tra il paragrafo ad essa dedicato nella "Relatio" finale e i tre paragrafi della precedente "Relatio" di metà discussione...

Iran, cosa muore con Reyhaneh

  di M.Lanfranco
Chiese e Movimenti di Base
lunedì, 27 ottobre 2014 Monica Lanfranco
http://www.ilfattoquotidiano.it/blog/mlanfranco/

Sono migliaia le donne e le bambine che muoiono per la violenza che subiscono in famiglia (più spesso) o per mano di sconosciuti ogni giorno sul pianeta, nel silenzio o nel disinteresse del loro paese e della comunità internazionale. Il pensiero è insopportabile, così come lo è quello per ogni ingiustizia compiuta sulle persone e sull'ambiente, e per questo non possiamo costantemente avere in mente sangue e dolore: se lo facessimo sempre saremmo già alla pazzia...

Don Ciotti: non archiviamo le stragi, più coraggio dai politici contro i clan

ROMA. «La mafia uccide di meno, anche se dal 1992 ad oggi ci sono state oltre 3.500 vittime. Ma per i morti ammazzati che diminuiscono, aumentano i morti vivi. Chi è ricattato, chi subisce ritorsioni, minacce, usura, i testimoni di giustizia... dei morti "vivi" ne parlano in pochi». Con queste parole Don Luigi Ciotti è intervenuto a Contromafie, la terza edizione degli Stati generali dell'antimafia che si tiene a Roma all'Auditorium della Conciliazione fino a domani...

(Repubblica 25 ottobre)

RIFONDARE L'ETICA E LA MORALE

Leonardo Boff, teólogo e scrittore
Una delle richieste attualmente più frequenti nei gruppi, nelle scuole, nelle università, nelle imprese, nei seminari è la questione dell'etica. Le sollecitazioni più frequenti che ricevo sono esattamente un invito ad abbordare questi temi...

IRAN, il testamento di Reyhaneh: dona i miei organi. E che il vento mi porti via.

Le parole della donna, impiccata con l'accusa di avere ucciso chi voleva violentarla, indirizzate alla madre Sholeh: "Il mondo non ci ama. Ho sbagliato a fidarmi della giustizia"
Fatto Quotidiano 27 ottobre 2014

"Non voglio che i miei occhi o il mio giovane cuore diventino polvere. Prega perché venga disposto che, non appena sarò stata impiccata il mio cuore, i miei reni, i miei occhi, le ossa e qualunque altra cosa che possa essere trapiantata venga presa dal mio corpo e data a qualcuno che ne ha bisogno, come un dono"...