Notizie

La prima resa dei conti per il guastatore Francesco

di Marco Politi - il Fatto Quotidiano 7 ottobre 2014
È molto più di un'assemblea sui problemi della famiglia, il Sinodo dei vescovi iniziato ieri in Vaticano. È il primo test della linea di papa Francesco di porre la Chiesa di fronte al mondo contemporaneo come "ospedale da campo" per sanare le ferite esistenziali degli uomini e delle donne dell'epoca attuale, al di là dei confini strettamente confessionali. L'opposto di una Chiesa, che condanna in nome di un'astratta dottrina. A un anno e mezzo dalla sua elezione Bergoglio si trova confrontato con i presidenti delle 193 conferenze episcopali del mondo, i 23 rappresentanti delle Chiese orientali, i 25 capi dei dicasteri della Curia romana...

Vescovi contro Renzi: 'Tradisce le attese'

Fabrizio d'Esposito - Il Fatto Quotidiano del 06/10/2014.
Monsignor Nunzio Galantino è la voce dei vescovi italiani più vicina a papa Bergoglio e ieri ha pronunciato di nuovo parole dure sull'annuncite e la confusione del governo Renzi: "Senza sinergie non si va da nessuna parte. Se il governo pensa di andare avanti da solo perderà pezzi di gente, pezzi di consenso". E ancora: "Tenendo l'orecchio appoggiato alla storia comune della gente vediamo i limiti di certe agende politiche, bisogna mettere al centro la famiglia, la formazione, il lavoro, i nostri giovani; quando non si fa questo si tradiscono le attese della gente". Ma la frase più forte è riservata al populismo renziano degli 80 euro, con chiaro riferimento alle ultime elezioni europee: "Per le famiglie non servono soluzioni di corto respiro che trovano ossessiva pubblicità o facili consensi"...

I coniugi Petracca Ciavarella

"Noi, sposi tra i padri della chiesa, per dare voce a chi è in difficoltà"
"Bergoglio si conferma il Papa del popolo, solo uno come lui poteva convocare questa assemblea sinodale", afferma Lucia, che è medico specializzato in oncologia pediatrica e madre di quattro giovani tra i 24 e i 30 anni
di ANDREA GUALTIERI La Repubblica 06 ottobre 2014

 

 

 

 

NOI SIAMO CHIESA: Grande attesa per il Sinodo sulla famiglia

Comunicato stampa
Grande attesa per il Sinodo sulla famiglia. E' necessaria una svolta nella direzione di un'etica evangelica che superi il "sabato" e che sia più esigente e solidale
Il Sinodo dei vescovi che si apre domani rappresenta in modo del tutto insufficiente la realtà del popolo cristiano ma è diverso da quelli precedenti e potrebbe segnare una svolta...

Forum 406

Caria amici,
se posso rimanere in tono con l'idea di una "chiesa solubile in società liquida" - di cui si parla in Koinonia di ottobre - oso dire che parlare di chiesa non va riferito necessariamente a forme, metodi o stili di aggregazione, quanto piuttosto a qualità di relazioni: è cioè ad uno smantellamento progressivo di tutte le strutture storiche e culturali di cui essa è rivestita, per ritrovare il senso e la capacità di una libera comunione tra persone le più diverse. Per semplificare potremmo dire che è il senso della parola Koinonia come linea di tendenza e di ricerca: tutto si gioca sul piano dei rapporti interpersonali o di "prossimità", nel senso di farsi "prossimi"...

La lezione di management di Papa Francesco

 di Luigi Zingales - Il Sole 24 Ore - 26 settembre 2014

La Chiesa Cattolica è la più antica, la più vasta, la più duratura organizzazione che il mondo abbia conosciuto. Con tutti i difetti, se è sopravvissuta così a...

Sinodo e iniziative. Bagnasco confermato

Due iniziative: la presentazione del libro di Luigi Sandri sulla storia dei Concili a Bergamo il 26 e quella del libro del nostro fratello Giuseppe Gozzini, andato in Paradiso quattro anni fa, sempre il 26 a Milano...

LA LINEA DELL'ACCOGLIENZA CHIESTA DA BERGOGLIO SU FAMIGLIA E SACRAMENTI

Gian Guido Vecchi per "il Corriere della Sera" 17-9-14
«Vicinanza e compassione: così il Signore Gesù visita il suo popolo. Quando noi vogliamo annunziare il Vangelo, questa è la strada. L'altra strada è quella dei dottori della legge, degli scribi... Parlavano bene, insegnavano la legge bene. Ma lontani. Mancava la compassione e cioè patire con il popolo ».
C'è una coerenza profonda nelle parole di Francesco...