In primo piano

“UNA CHIESA A PIÙ VOCI”: con settembre riprenderanno le serate.

 


 

"In venti secoli, credendo di fargli onore, abbiamo ammucchiato troppe cose intorno a Cristo, nelle sue case, sui suoi altari, sui suoi passi, e perfino sulla sua parola".

don Primo Mazzolari

 

 

A RONCO DI COSSATO E A QUAREGNA CERRETO SAN MARTINO
RIPRENDONO CELEBRAZIONI CON SEGUENTI ORARI:

Celebrazione dell’Eucarestia domenicale:

 

  • Ore 9 chiesa di San Martino Quaregna Cerreto

 

  • Ore 10,30 chiesa di Ronco

 

  • Venerdì 19 giugno ore 20,30 a Ronco e Giovedì 25 giugno ore 20,30 a Quaregna chiesa parrocchiale San Martino: celebrazioni per tutti i defunti

 

  • a partire da sabato 27 giugno riprende anche la messa prefestiva delle 18,30 in chiesa parrocchiale, non potendo usare quella delle Cappellette

 

PER TUTTA L’ESTATE QUESTI ORARI RESTANO INVARIATI.

FATE GIRARE LA VOCE. ChE SIA PER TUTTI UN PERIODO CLEMENTE E POSITIVO.


Vuoi telefonare a Dio?

La Telecom continua ad informarci sulle molte possibilità offerte dal servizio telefonico. Ma cosa si deve fare se si vuole telefonare a Dio? Il nostro foglio vuole colmare questo silenzio regalandovi sette regole per una buona comunicazione.
1. Scegli il prefisso giusto. Non comporre un numero a caso.
2. Una conversazione telefonica con Dio non è un monologo.
Non parlare sempre tu, ma ascolta anche colui che ti parla dall'altro capo del filo.
3. Se la comunicazione si è interrotta, controlla se sei stato tu a far cadere la linea.
4. Non prendere l'abitudine di chiamare Dio solo nei casi urgenti.
5. Non telefonare a Dio solo nelle ore di "tariffa ridotta", cioè al termine della settimana. Dovresti riuscire a fare delle brevi chiamate in modo regolare.
6. Ricordati che le chiamate a Dio non costano nulla.
7. Non dimenticare di richiamare Dio se ti ha lasciato dei messaggi continui sulla tua segreteria.

Servizio della Parola 280
 


 

Nelle sezioni Archivio audio e video, online le registrazioni delle serate del 2019


 

“Se volete conoscere il regno di Dio, non lo dovete cercare lontano né andare in altri paesi. Esso è vicino a te, se vuoi; anzi non è soltanto presso di te, ma in te; poiché onestà, umiltà, verità, purezza e ogni virtù (questo è il vero regno di Dio) non si possono andare a prendere in altri paesi o di là dai mari, ma devono sorgere nel cuore”.
(Martin Lutero)

 

“Le Chiese sono state molto litigiose, si sono scomunicate, si sono negate, si sono fatte concorrenza scandalizzando il mondo, però poi è accaduto qualcosa: abbiamo ricevuto il dono dell’ecumenismo! “
(Lidia Maggi)

 

Ultime notizie

La nomina dell'arcivescovo Paglia

Rassegna stampa:

La nomina dell'arcivescovo Paglia: come il ministro Speranza butta alle ortiche la laicità dello Stato

Favore al Vaticano, Speranza nomina monsignor Paglia

Speranza chiama mons. Paglia alla guida della Commissione assistenza anziani: la laicità va a farsi benedire

Laicità addio. Un prelato alla Commissione riforma sanitaria

Leggi

150 anni dal XX settembre

150 anni dal XX settembre: ora siamo tutti d’accordo che fu un dono della Provvidenza che prevalse sulle resistenze della Chiesa e dei Papi. Il Vaticano II è il fondamento della libertà della Chiesa di essere interprete dei grandi problemi dell’umanità e di esserne il portavoce. Quello che fa papa Francesco...

Leggi

Omicidio di Don Roberto Malgesini (di Don Ciotti)

Omicidio di Don Roberto Malgesini

Luigi Ciotti. "Come Pino Puglisi: un martire in un mondo ingiusto, tocca a noi reagire all'emorragia di umanità."

Il 15 settembre, giorno in cui ventisette anni fa - simbolica coincidenza - venne ucciso a Palermo don Pino Puglisi, oggi beato...

Leggi

La nuova enciclica nata dal dialogo con l’islam e dal covid

La nuova enciclica di Francesco nata dal dialogo con l’islam e dal covid

di Alberto Melloni in “Domani” del 15 settembre 2020

Omnes fratres, cioè Fratelli tutti: si chiamerà così l'enciclica che papa Francesco firmerà il 3 ottobre ad Assisi. Formalmente è la terza, ma (se si esclude Lumen Fidei, sottoscritta per rispetto verso il predecessore, Joseph Ratzinger, che l'aveva quasi completata) è solo la seconda volta che Jorge Bergoglio ricorre a questo genere letterario...

Leggi

Padre Zanotelli sulla morte di don Roberto

Padre Zanotelli sulla morte di don Roberto: "Nella ricca Como i poveri sono relegati e invisibili"

Il missionario sulla morte di don Malgesini: "Spesso ci si ritrova soli a portare avanti un impegno che è quello che ha portato Gesù eppure anche nella Chiesa portare avanti questo discorso diventa difficile...

Leggi

Hanno ucciso don Roberto, la dolcezza è aiutare ancora

di Gianni Barbacetto | 16 Settembre 2020

È stato ucciso da uno di quelli a cui portava aiuto. Don Roberto Malgesini, “prete degli ultimi”, è stato accoltellato da un senzatetto di origini tunisine con problemi psichici. Lo ricorda don Virginio Colmegna. “Non era un prete sprovveduto che faceva il buonista, aveva fatto una scelta comprendendo la complessità”...

Leggi

Voto “Sì”, ma dov’erano prima quelli del “no”?

di Gad Lerner | 12 Settembre 2020

Se alla fine mi sono deciso a votare Sì al referendum sulla riduzione del numero dei parlamentari, è anche per lo strano ritardo con cui si è mossa la campagna del No. Quasi un anno di ritardo. Possibile, mi sono chiesto, che l’8 ottobre 2019, cioè quando la Camera votò a stragrande maggioranza la riforma in questione, nessuno, ma proprio nessuno dei direttori, editorialisti e leader di partito che oggi denunciano a gran voce il presunto vulnus arrecato alla democrazia parlamentare, avesse sentito il bisogno di scrivere una sola riga per protestare in sua difesa?..

Leggi