In primo piano

Oggi Mons. Bettazzi compie 97 annni.

Gli auguri da parte dei tanti amici di "Una Chiesa a più voci" e dalle nostre Comunità di Ronco e di Quaregna. Ci collegheremo e lo avremo nostro ospite in videoconferenza la sera del 2 dicembre prossimo per condividerne la lunga, intensa, feconda, gioiosa e davvero impegnata vita nel contesto ecclesiale e sociale come vescovo, padre conciliare, presidente italiano e internazionale  di Pax Christi, testimone felice del Vaticano II, unica voce italiana ancora vivente di quella primavera dello Spirito, aperto al  mondo nel quale ha coraggiosamente sempre fatto rimbalzare il messaggio evangelico con parole e scritti. E di lui molto altro che è impossibile in poche righe sintetizzare. Il nostro grazie al Signore per il grande dono della sua vivace presenza che confidiamo di poter ancora a lungo sentire in comunione fraterna e terrena.  

 Con stima, gratitudine e amicizia  da parte di tutte/i noi.

 don Mario


FINO A NUOVE DISPOSIZIONI MINISTERIALI

 NELLE NOSTRE CHIESE NON SI CELEBRANO MESSE.

  PER LE SEPOLTURE SI DECIDE VOLTA PER VOLTA.

 Durante il giorno restano aperte la chiesa parrocchiale di Ronco e la chiesetta alle Cappellette per la preghiera personale.

 Attenendomi alle restrizioni indicate dal DPCM del 3 novembre scorso, valide per tutti i cittadini, in particolare per il nostro territorio dichiarato zona rossa, anche se al momento sono consentite le celebrazioni, personalmente, in quanto responsabile della Comunità parrocchiale, ritengo doveroso,  oltre che rispettoso verso se stessi e gli altri, evitare ogni occasione di incontro tra più persone, non sapendo quante di quelle che partecipano all’Eucarestia siano positive asintomatiche.

Come già accennato in altra occasione, non sentiamoci penalizzati, anzi valorizziamo o recuperiamo la preghiera e la lettura del Vangelo in famiglia come occasione bella per vivere al meglio le nostre relazioni, lasciandoci interpellare anche dalle situazioni di sofferenza e di povertà, non così distanti dalle nostre case, e che solitamente magari ignoriamo.

 Non mancherò di farvi pervenire, di tanto in tanto, qualche riflessione e di raggiungervi per momenti di preghiera e lettura della Parola.

 don Mario Marchiori
parroco   reperibile per qualsiasi informazione o necessità telefonando al numero di cellulare: 3332139029

 

Nelle chiese di San Martino e di San Defendente

sono sospese le celebrazioni feriali e festive,

in attesa che ci siano notizie più rassicuranti.

Scegliete intanto le celebrazioni in TV o in altre modalità.

 Quanti desiderano partecipare all’Eucarestia possono recarsi in altra parrocchia vicina, muniti come sempre di autocertificazione.

 

Con l’augurio e la speranza che si torni quanto prima alla normalità, possibilmente più umani e più capaci di accoglienza reciproca, liberi da pregiudizi e più solidali.

 

Una Chiesa a Più Voci - 3 ottobre 2020 - Ba e Tallone


 

"In venti secoli, credendo di fargli onore, abbiamo ammucchiato troppe cose intorno a Cristo, nelle sue case, sui suoi altari, sui suoi passi, e perfino sulla sua parola".

don Primo Mazzolari


I DOMENICA DI AVVENTO ANNO A

La Parola di Dio delle domeniche di Avvento e le altre opportunità di riflessione  ci possano accompagnare nel cammino verso il Natale del Signore, che quest'anno potremmo davvero celebrare con la dovuta sobrietà e in comunione fraterna, privilegiando le relazioni familiari, il rapporto con i più dimenticati e sofferenti, non potendo in presenza per ovvie ragioni legate al Covid, almeno contattandoli o raggiungendoli con una telefonata. Non mancheranno, se visitate il sito, riflessioni e brani su cui meditare in solitudine o come Chiesa domestica. È tempo prezioso quello che stiamo vivendo, nonostante per molti siano giorni di grandi prove, ma spetta a noi, sentendo la Presenza di Colui che ci viene incontro, aprire la porta del cuore e della mente per permettere alla Luce di illuminare  e rinnovare i percorsi che generano piccoli segni di fraternità, sogno da realizzare a partire da noi stessi, come ci invita proprio papa Francesco nella sua Enciclica "Fratelli tutti....". 

Augurando un sereno e fiducioso inizio d'Avvento a quanti si riconoscono cristiani, saluto tutti indistintamente con un virtuale abbraccio.   donmario  

Vegliate: non sapete quando il padrone di casa ritornerà.

Dal vangelo secondo Marco      (Mc 13, 33-37)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Fate attenzione, vegliate, perché non sapete quando è il momento. È come un uomo, che è partito dopo aver lasciato la propria casa e dato il potere ai suoi servi, a ciascuno il suo compito, e ha ordinato al portiere di vegliare.
Vegliate dunque: voi non sapete quando il padrone di casa ritornerà, se alla sera o a mezzanotte o al canto del gallo o al mattino; fate in modo che, giungendo all’improvviso, non vi trovi addormentati.
Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate!».

 

Preghiera dei “piccoli”

Caro Gesù,
è di nuovo Avvento.
È il tempo dell’anno che mi piace di più. Non so il motivo.
Forse perché di solito si sente nell’aria un po’ della gioia di Natale. Oppure per quel mistero di doni e di bontà che ci avvolge tutti.
Quest’anno però l’Avvento è strano.
L’Italia è divisa tra zone: rosse, arancione e gialle perché il covid continua a fare ammalare persone (e molti muoiono anche).
Non possiamo andare a trovare chi vogliamo e dobbiamo sempre usare la mascherina.
Sai che cosa mi ha colpito oggi del Tuo Vangelo? Che la parola “vegliate” l’hai detta tre volte.
Come a Pietro hai tre chiesto tre volte “Mi ami Tu?”. Secondo me lo hai fatto perché:
 - nessuno di noi si scoraggi,
 - per invitarci a ringraziare quelli che ci curano
 - per stare vicini a chi sta male. Vegliate: proprio una bella parola.
Grazie Gesù.

 

Nelle sezioni Archivio audio e video, online le registrazioni delle serate


 

“Se volete conoscere il regno di Dio, non lo dovete cercare lontano né andare in altri paesi. Esso è vicino a te, se vuoi; anzi non è soltanto presso di te, ma in te; poiché onestà, umiltà, verità, purezza e ogni virtù (questo è il vero regno di Dio) non si possono andare a prendere in altri paesi o di là dai mari, ma devono sorgere nel cuore”.
(Martin Lutero)

 

“Le Chiese sono state molto litigiose, si sono scomunicate, si sono negate, si sono fatte concorrenza scandalizzando il mondo, però poi è accaduto qualcosa: abbiamo ricevuto il dono dell’ecumenismo! “
(Lidia Maggi)

 

Ultime notizie

STORIA DI UNA ESISTENZA TEOLOGICA

I – STORIA DI UNA ESISTENZA TEOLOGICA

 

1 – Giancarla Codrignani sul libro di Mariangela Maraviglia

“Semplicemente una che vive” (Il Mulino, 2020)

Quando mi trovo sul piatto una bella prugna violetta o una bella pesca colorata e vellutata ricevo un messaggio enormemente più vasto, mi arriva il sole, mi arriva l'aria, il vento, il lavoro dell'uomo che ha coltivato, che ha irrigato. Mi ci arriva un pezzo di mondo in quel cibo e allora la golosità è il contentarsi soltanto del gusto epidermico, non sapere andare in fondo a tutti i messaggi che passano in quel cibo....

Leggi

Che cosa vogliono le donne

 Che cosa vogliono le donne  di Elly Schlein La Repubblica 25 novembre 2020

Nel nostro Paese sono state 91 le vittime di femminicidio nei primi dieci mesi di quest’anno.

Quasi 7 milioni di donne e ragazze in Italia, secondo l’Istat, hanno subito violenza, fisica o psicologica...

Leggi

La peste nera e il mondo nuovo

La peste nera e il mondo nuovo: così l’epidemia del 1348 generò una società formicolante di energie

L’epidemia del 1348 - È la più famosa, quella che gli inglesi chiamano “Black Death”: portò via in 3 anni un terzo della popolazione d’Europa Alla fine di quell’incubo la società si destò diversa. E fu una nuova alba

di Alessandro Barbero | 19 Novembre 2020...

Leggi

Un brano da 'Ritorniamo a sognare'

PAPA FRANCESCO: LE SITUAZIONI ‘COVID’ E LE TRE SOLITUDINI DELLA MIA VITA

 

Pubblichiamo un brano del libro “Ritorniamo a sognare” (Piemme) scritto dal Pontefice con il giornalista Austen Ivereigh, in libreria da dicembre.       

Il brano è stato anticipato dal quotidiano la Repubblica nell’edizione in edicola oggi  PAPA FRANCESCO...

Leggi

Newsletter di NSC # 07

25 novembre 2020

 

Cari amici e care amiche di "Noi Siamo Chiesa",

ci auguriamo che siate sereni/e e in salute, doni ancor più importanti in questo tempo di pandemia sanitaria e di sofferenza personale e sociale...

Leggi

Ritorno (graduale) alla vita

Ritorno (graduale) alla vita    di Gabriele Sala

 

Ebbene sì, dopo venti giorni di ospedale, di cui cinque in Rianimazione, con la testa dentro in un casco, sono tornato a casa. Ancora in isolamento fiduciario perché positivo al tampone, ancora vincolato all’ossigeno, ancora incerto sulle gambe, ma a casa...

Leggi

Il messaggio del vescovo di Biella

Il messaggio del vescovo di Biella: “In questi momenti di tempesta portiamo messaggi di speranza. Le messe? Vanno celebrate” (da La stampa)

Leggi