Notizie

Banglanews 747 - 14 settembre 2016

»» Avevo sete... di Sr. Stefania Raspo
»» San Massimiliano Kolbe, il martire che rese meno disumano Auschwitz
»» Le Cartoline di p. Silvano - 180 di p. Silvano Zoccarato
»» La "missione liquida" di p. Renato Kizito Sesana
Chiesa
»» Papa all'Assunta: donne siano liberate da violenze e schiavitù
»» Papa: La Chiesa non ha bisogno di burocrati, ma di missionari appassionati
»» Proclamato l'anno giubilare per Romero di Alver Metalli...

La Lega e il Crocifisso

Lega: 'Crocifisso obbligatorio per legge a scuola e nei seggi'
Ma anche negli ospedali e nelle carceri. Nei porti e nelle stazioni. E per chi trasgredisce una multa fino a mille euro. L'idea di un gruppo di onorevoli del Carroccio
di Giovanni Manca - L'Espresso 06 settembre 2016

A non esporre il Crocifisso nelle scuole si potrebbe incappare in multe fino a 1000 euro. E' questa l'idea di un gruppo di parlamentari della Lega, che, tanto per non lesinare benzina sul fuoco, ha presentato un progetto di legge per renderne obbligatoria l'affissione...

IL TEMA DEL CONSENSO INFORMATO

LA TRAGICA FINE DELLA GIOVANE ELEONORA RIPROPONE CON FORZA IL TEMA DEL CONSENSO INFORMATO:
solo un dibattito aperto nella società può evitare di aggiungere sofferenze a sofferenze

I giornali del primo settembre 2016 hanno riportato una notizia tragica: una ragazza di diciotto anni è morta per una leucemia linfoblastica acuta, che se trattata, secondo il crudo linguaggio della statistica medica, avrebbe avuto l'80% di possibilità di guarigione, quindi la non assoluta certezza di guarigione.
Dalla lettura dei giornali la paziente, divenuta maggiorenne il 14 di agosto, avrebbe sempre rifiutato la terapia proposta, ricorrendo a una terapia alternativa presso l'Ospedale di Bellinzona, a base di steroide e vitamina C...

LA PALESTRA DEL MISTERO CRISTIANO

Inedito del Card. Martini

L'esperienza può essere anche comunicata, presentandone il risultato finale, e in quel caso, allora, potrei anche leggere il titolo di qualcuno degli opuscoli che sono stati pubblicati dal Centro Ignaziano di Spiritualità...

 

Il nuovo umanesimo di fronte alla fine

"La dignità del vivere e del morire", il nuovo libro dell'arcivescovo Vincenzo Paglia
di EUGENIO SCALFARI - la Repubblica, 03 settembre 2016

 

So che sto per recensire, edito da Piemme, è di 275 pagine intitolate "Sorella Morte" con il sottotitolo "La dignità del vivere e del morire". L'autore è l'arcivescovo Vincenzo Paglia che è stato per molti anni il consulente ecclesiastico della Comunità di Sant'Egidio, ben nota per le sue opere di assistenza in Italia e all'estero. Una comunità molto diversa da tutte le altre che articolano la Chiesa nei suoi vari modi di rapportarsi alla società civile; forse quella che meglio risponde allo spirito cattolico, inteso nella sua essenzialità...

 

PROTESTANTI E CATTOLICI...

"PROTESTANTI E CATTOLICI INSIEME CINQUE SECOLI DOPO LA RIFORMA"
Cattolici e protestanti insieme in un grande evento a Roma, nel novembre dell'anno prossimo, per celebrare i 500 anni della Riforma. Questo è il momento a cui si preparano i valdesi che ieri hanno chiuso a Torre Pellice la settimana dedicata al Sinodo delle Chiese valdesi e metodiste. I prossimi dodici mesi saranno un fitto susseguirsi di appuntamenti di riflessione per avvicinarsi al 31 ottobre 2017 quando ricorrerà il cinquecentenario dell'affissione delle 95 Tesi di Martin Lutero a Wittenberg...

JACOPO RICCA - (la Repubblica 26 agosto 2016)

 

Omelia del Papa (canonizzazione di Madre Teresa)

LA VITA CRISTIANA NON È UN SEMPLICE AIUTO FORNITO NEL MOMENTO DEL BISOGNO
Omelia del Papa per la canonizzazione di Madre Teresa

 

domenica 4 settembre 2016:

«Chi può immaginare che cosa vuole il Signore?» (Sap 9,13). Questo interrogativo del Libro della Sapienza, che abbiamo ascoltato nella prima lettura, ci presenta la nostra vita come un mistero, la cui chiave di interpretazione non è in nostro possesso. I protagonisti della storia sono sempre due: Dio da una parte e gli uomini dall'altra. Il nostro compito è quello di percepire la chiamata di Dio e poi accogliere la sua volontà. Ma per accoglierla senza esitazione chiediamoci: quale è la volontà di Dio?...

 

Banglanews 746 - 7 settembre 2016

Missione
»» «Ecco perché a 61 anni ho scelto la missione» di Giacomo Cocchi
»» Dare e ricevere: la generosità nel mondo Yanomami di sr. Mary Agnes Njeri Mwangi
»» Non rubare (il cellulare) di sr. Stefania Raspo
»» Le Cartoline di p. Silvano - 179 di p. Silvano Zoccarato
Chiesa
»» Papa: Preghiamo per il popolo di Aleppo, che paga la mancanza di volontà di pace dei potenti
Mondialità...

FRANCESCO E IL TERREMOTO

FRANCESCO CI RICORDA CHE LA TERRA NASCE DAL MARE E DAL FUOCO
Terremoto: è l'ora della ricostruzione. Ma contro il malaffare occorrono talenti e menti oneste
di EUGENIO SCALFARI La Repubblica 04 settembre 2016

 

I MORTI, le rovine, i funerali, le polemiche, i progetti di ricostruzione, l'assistenza: tutto è stato ormai vissuto dalle vittime del terremoto avvenuto in Abruzzo, in Umbria, nel Lazio di Rieti, in quella fascia dell'Appennino già messa più volte alla prova. Ora tocca all'azione ricostruttiva. I talenti ci sono, ma insieme ad essi si ripresentano anche varie e assai diffuse forme di malaffare, contro le quali ci vorrebbe una mente, un'esperienza ed una onestà a tutta prova...

La Jihad nel Corano

La Jihad nel Corano di d. Renato Rosso

La lotta, in difesa dello stato islamico e della religione nel Corano

...chi uccide un uomo, che non ha ucciso a sua volta o che non è stato causa di corruzione sulla terra è come se avesse ucciso l'umanità intera. (Surah al-Maaida, 5:32)

Sia Cristiani che Mussulmani hanno intrapreso guerre chiamate sante, ma poche volte si sarebbero potute giustificare con la Bibbia o con il Corano.
Questa parola, Jihad (lotta, sforzo, spesso chiamata "guerra santa") usata da teologi islamici, con serietà e rispetto, è allo stesso tempo manipolata da terroristi per tentare di giustificare le loro azioni tutt'altro che giustificabili. Invito a leggere almeno i principali versetti del Corano che parlano della Jihad...

l Papa e il pianeta...

l Papa: "Distruggere il pianeta è un peccato che va confessato ed espiato"
Messaggio di Francesco nella giornata per la cura del creato: "Anche la cura della casa comune è un'opera di misericordia". Appello al dialogo con "ogni persona che abita il pianeta". Mutamenti climatici contribuiscono alla "straziante crisi dei migranti forzati"


La Repubblica, 01 settembre 2016 - di ANDREA GUALTIERI

Papa Francesco e il Giubileo della Misericordia

Messaggio di Papa Francesco in occasione della celebrazione del Giubileo straordinario della Misericordia nel continente americano a Bogotà dal 27 al 30 agosto 2016:


Apprezzo l'iniziativa del Celam e della Cal, in contatto con gli episcopati degli Stati Uniti e del Canada - mi ricorda il Sinodo d'America - che ha permesso di celebrare come continente il Giubileo della Misericordia. Mi rallegra sapere che hanno potuto partecipare tutti i Paesi d'America. Di fronte a tanti tentativi di frammentazione, di divisione e di scontro tra i nostri popoli, queste istanze ci aiutano ad aprire orizzonti e a stringerci più e più volte la mano; un grande segno che ci incoraggia nella speranza...