Notizie

Il 25 Aprile dal nostro inviato Enzo Biagi

di Enzo Biagi | 25 aprile 2017

 

Patrioti, diretto da Enzo Biagi, era una pubblicazione clandestina della 1ª Brigata Giustizia e Libertà. Il primo numero uscì nel 1944. Checco, Francesco Berti Arnoaldi, l’amico di una vita, raccontò che il partigiano Biagi “aveva un modo di fare deciso, convinto che diventare partigiano fosse la scelta giusta. Aveva l’aria di uno che sapeva quello che si doveva fare”. Il compito del giornalista era di comunicare quello che i partigiani facevano per la popolazione, per liberare il territorio. Si inventò Patrioti: dal contenuto alla grafica. Sul giornale scrissero a turno anche altri partigiani. Biagi parlava con loro poi scriveva il pezzo che veniva firmato con il nome di battaglia dell’intervistato...

MIGRANTI, IL CAOS DELLE ONG DOPO LA RITIRATA DELL’EUROPA

Come stanno le cose - Con la fine dell’operazione Mare Nostrum le uniche navi impegnate nei salvataggi vicino alla Libia sono private

di Stefano Feltri | Il Fatto Quotidiano 25 aprile 2017

Le organizzazioni non governative si prendono qualche libertà per salvare migranti che altrimenti morirebbero in mare? Succede. Sono parte di un racket che garantisce a chi paga il salvataggio e ai salvatori finanziamenti? Non c’è alcuna prova di questa tesi...

DON LORENZO MILANI - Una vita breve ma intensa

di Michele Gesualdi

Don Lorenzo era uno di quegli uomini che, per le sue scelte nette e coerenti, le sue rigide prese di posizione, il linguaggio tagliente e preciso, la sua logica stringente di ragionare e argomentare, si tirava facilmente addosso grandi consensi o grandi dissensi con schieramenti preconcetti che hanno spesso offuscato la sua vera dimensione...

VIDEOMESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO

VIDEOMESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO
AI PARTECIPANTI ALLA PRESENTAZIONE DELL'
OPERA OMNIA DI DON MILANI
ALLA FIERA DELL'EDITORIA ITALIANA
(MILANO, 19-23 APRILE 2017)

«Non mi ribellerò mai alla Chiesa perché ho bisogno più volte alla settimana del perdono dei miei peccati, e non saprei da chi altri andare a cercarlo quando avessi lasciato la Chiesa». Così scrisse don Lorenzo Milani, priore di Barbiana, il 10 ottobre 1958. Vorrei proporre questo atto di abbandono alla Misericordia di Dio e alla maternità della Chiesa come prospettiva da cui guardare la vita, le opere ed il sacerdozio di don Lorenzo Milani...

FERMIAMO I SIGNORI DELLA GUERRA

  di Alex Zanotelli


Trovo vergognosa l’indifferenza con cui noi assistiamo a una ‘guerra mondiale a pezzetti’ , a una carneficina spaventosa come quella in Siria, a un attacco missilistico da parte di Trump contro la base militare di Hayrat in Siria ,ora allo sgancio della Super- Bomba GBU-43( la madre di tutte le bombe) in Afghanistan e a un’incombente minaccia nucleare.
L’Italia , secondo l’Osservatorio sulle armi , spende quest’anno 23 miliardi di euro in armi (l’1,18% del Pil) che significa 64 milioni di euro al giorno!...

Intervista a Papa Francesco

LA VIOLENZA NON E’ LA CURA PER IL MONDO DEL NOSTRO MONDO FRANTUMATO

Intervista a Papa Francesco di Paolo Rodari, giornalista di Repubblica (giovedì 13 aprile 2017):

"Penso che oggi il peccato si manifesti con tutta la sua forza di distruzione nelle guerre, nelle diverse forme di violenza e maltrattamento, nell'abbandono dei più fragili. Il mondo deve fermare i signori della guerra. Perché a farne le spese sono sempre gli ultimi, gli inermi". Papa Francesco arriva oggi nella Casa di Reclusione di Paliano (Frosinone) per celebrare la Messa in Coena Domini con il rito della lavanda dei piedi ad alcuni detenuti...

 

 

L’Occidente ormai senza religione genera le bombe

Vito Mancuso - Il teologo e scrittore dopo il lancio della MOAB: “Neanche Bergoglio ha il coraggio di chiedere al mondo di cambiare”

di Antonello Caporale | 15 aprile 2017

Domani è Pasqua, è la Resurrezione. Domenica scorsa ci siamo scambiati il ramoscello d’ulivo: il segno della pace. Due giorni fa – solo per ricordare l’ultimo atto della più sanguinosa stagione bellica che interseca quella drammatica della migrazione secolare – Donald Trump ha ordinato lo sganciamento della più devastante bomba non atomica, la MOAB. E ieri Marine Le Pen ha ingiunto al Papa di non “immischiarsi”, di non aprire bocca sul tema dell’immigrazione...

NO, GESU’ NON E’ MORTO PER I NOSTRI PECCATI

"Gesù non è morto per i nostri peccati e tantomeno perché questa fosse la volontà di Dio, ma per l’avidità dell’istituzione religiosa, capace di eliminare chiunque intralci i suoi interessi, fosse pure il Figlio di Dio...". In occasione della Settimana Santa, su ilLibraio.it la riflessione del biblista Alberto Maggi

Banglanews 777 - 12 aprile 2017

Sommario     

Missione

E il gallo? (maschio e femmina li creò) di sr. Stefania Raspo

Missionari martiri, senza paura e senza potere di Giulio Albanese

P. Moretti: Le Piccole sorelle di Gesù, per 60 anni “afghane fra gli afghani”

XXV Giornata dei Missionari Martiri: “Non abbiate paura” 

Le Cartoline di p. Silvano – 194 di p. Silvano Zoccarato

 

Chiesa

Quattro anni dopo. Il dono di un Papa “fallibile” - Parte prima di Gianni Valente

Il Papa all'Europa: investire nella vita, nella famiglia, nei giovani

Qualcuno dentro le nostre ferite di Alberto Caccaro

Papa: il cristiano semina speranza. Appello a non dimenticare migranti...

 

Banglanews 778 - 19 aprile 2017

Sommario    

Missione

Gesù (il Gringo) cammina per l'Altipiano... di sr. Stefania Raspo

In Quaresima, la conversione a Cristo cambia la vita di Piero Gheddo

Una quaresima... alla brasiliana! Di p. Dario Bossi

Le cartoline di p. Silvano - 195 di p. Silvano Zoccarato    

 

Chiesa

Francesco: siamo “cattolici atei” se abbiamo il cuore duro  

La fede dei semplici e le operazioni anti-Francesco - Parte seconda di Gianni Valente

I musulmani e i copti di Milano sulla visita del Papa

Suor Rani Maria Vattalil beata, l'assassino pentito. Conversione dal martirio di Gerolamo Fazzini

Lo sviluppo umano integrale (parte I) di Card. Peter Turkson...

Incontro con il Prof. BEPPE SCIENZA

MERCOLEDI’ 19 APRILE 2017 ore 20,45

“COME DIFENDERE CORRETTAMENTE I RISPARMI”

Beppe Scienza (Torino, 12 febbraio 1950), laurea in matematica nel 1974, è dal 1976 uno studioso del risparmio e della previdenza integrativa: fondi comuni, gestioni, polizze vita, fondi pensione ecc. Docente presso il Dipartimento di Matematica e saggista, ha scritto fra l’altro Il risparmio tradito e La pensione tradita. In questo ultimo critica la previdenza integrativa e invita esplicitamente a mantenere il trattamento di fine rapporto (TFR) in azienda. La sua critica si rivolge anche al giornalismo italiano e in particolare a Il Sole 24 Ore e il Corriere della Sera, cui muove l’accusa di incompetenza, ma soprattutto di un atteggiamento ossequioso nei confronti del risparmio gestito e della previdenza integrativa. Pubblicista dal 1984, ha scritto oltre 550 articoli su testate specializzate e non (la Repubblica, Libero, La Stampa, Milano Finanza ecc.) e dal 2013 collabora regolarmente a il Fatto Quotidiano.