Notizie

QUEL MIRACOLO SUL TRENO

 

Ero su un treno regionale, fermo a una stazione. Un ragazzo disabile in carrozzina, il busto piegato in avanti da un’evidente malformazione, è salito aiutato da tre persone. Lo spazio riservato ai portatori di handicap era occupato da due ingombranti valigie, il controllore ha chiesto a voce alta: “Di chi sono questi bagagli?!”...

Io, musulmana, difendo il crocifisso...

 Io, musulmana, difendo il crocifisso ma dico: non strumentalizzatelo


Asmae Dachan martedì 31 luglio 2018

Il crocifisso appartenga sì ai cristiani, ma sia anche un simbolo che entra nel cuore di chi ne adotta e ne rispetta il messaggio

La recente proposta della Lega di esporre obbligatoriamente il crocifisso nelle scuole, negli uffici pubblici e nei porti ha suscitato, come si sa, polemiche. In questa circostanza il dibattito non si incentra, però, sulla laicità e sull'opportunità o meno di usare simboli religiosi, ma su un uso degli stessi che appare strumentale e politicizzato. Il crocifisso sembra chiamato in causa come un segno di demarcazione, uno spartiacque tra 'noi' e 'voi' che sembra forzare la mano e definire 'i buoni' e 'i cattivi'...

Famiglia Cristiana contro Matteo Salvini

 “Famiglia Cristiana” parla a nome soltanto dei cattolici più progressisti

di Marco Marzano | Il Fatto Q.  5 agosto 2018

Il clamoroso titolo di copertina di Famiglia Cristiana contro Matteo Salvini (Vade Retro!) ha suscitato curiosità per la posizione della Chiesa nei confronti del nuovo governo. È un atteggiamento diffuso all’interno della Chiesa?...

Lo scoglio della pena di morte

Cari amici e nemici,

confesso che, vecchio come sono, avevo pochissime speranze di sentir dire ufficialmente da un Papa che la pena di morte è sempre e comunque incompatibile con l’insegnamento di Gesù Cristo. Con un pizzico di narcisismo allego, per gli interessati, un breve stralcio sull’argomento dal mio libro: CON LA CHIESA OLTRE LA CHIESA (scritto verso la fine del secolo scorso e pubblicato da Cittadella nel 2002 con prefazione di Mons. Luigi Bettazzi). Speriamo ora che continui il cammino verso l’oltre ………

Con affettuosi auguri a tutti (ma proprio tutti tutti).

Antonio Thellung

La pena di morte e' inammissibile

Santa Sede. La modifica al Catechismo: «La pena di morte è inammissibile»


 AVVENIRE , Gianni Cardinale -  giovedì 2 agosto 2018

Papa Francesco ha approvato una modifica al testo del Catechismo della Chiesa Cattolica. La Santa Sede "si impegna con determinazione per la sua abolizione in tutto il mondo"

Papa Francesco cambia il Catechismo per dichiarare sempre “inammissibile” la pena di morte e per dichiarare che la Chiesa cattolica “si impegna con determinazione per la sua abolizione in tutto il mondo”...

IL CATECHISMO DI FRANCESCO UCCIDE LA PENA DI MORTE

Riformulato il paragrafo che ancora non escludeva la condanna capitale

 

di Andrea Valdambrini |  Il Fatto Quotidiano  3 agosto 2018

Papa Francesco puntualizza la dottrina della Chiesa e nel farlo riscrive le regole di una tradizione forse non limpidissima. Sulla pena di morte è categorico, definendola “inammissibile”, perché “contraria all’inviolabilità e alla dignità della persona”. Una posizione morale, a cui si aggiunge un deciso corollario politico, quando il Papa afferma che la Chiesa “si impegna con determinazione per la sua abolizione in tutto il mondo”...

I CITTADINI, PRIMA DELLA CADUTA

 

Newsletter n. 105 del 31 luglio 2018
Care amiche ed amici,
dobbiamo attrezzarci fin da ora per la strenua battaglia che dovremo condurre con tutte le nostre forze contro l’evento più pericoloso di questa fase politica, che potrebbe introdurre danni irreversibili nella nostra comunità italiana e che per questa ragione non si può correggere dopo, ma occorre impedire prima. Non ci riferiamo all’una o all’altra delle proposte economiche e politiche per loro natura opinabili, che ogni maggioranza ha il diritto di avanzare, secondo i propri programmi o “contratti”, e su cui non vogliamo ora discutere, non trattandosi qui di prendere posizione pro o contro il governo. Ci riferiamo invece a una modifica di sistema, quella dell’art. 52 del Codice penale sulla legittima difesa...

Un simbolo che unisce. Crocifisso

 Un simbolo che unisce. Crocifisso: le regole ci sono già


Carlo Cardia venerdì 27 luglio 2018

Probabilmente, la polemica che s’è aperta con la proposta di prevedere la presenza del Crocifisso in tutti gli uffici e i luoghi pubblici, con una estensione senza confini, perfino nelle Università, nei porti e aeroporti, terminerà presto, per la sua inutilità e per qualche profilo, contraddittorio e rischioso. Ciò che rende del tutto inutile la proposta è anzitutto la tradizione italiana, e il nostro ordinamento giuridico, che pur in tempi diversi, si sono ispirati a una laicità positiva che ha sempre salvaguardato il nostro Paese da polemiche aggressive, e l’ha indotto a scelte inclusive dall’epoca risorgimentale a oggi...

La bonta' al posto del buonismo

di Dacia Maraini

Corriere della Sera, 24 luglio 2018

Contro il buonismo, parola denigratoria e senza senso, perché non recuperare la parola bontà che è cugina di parole come solidarietà, comprensione, attenzione, cura?...

Rompiamo il silenzio per comprendere i migranti

di Dacia Maraini

Corriere della Sera, 26 luglio 2018

Non si possono prendere decisioni su un popolo in fuga senza sapere perché e come scappa: padre Zanotelli invita a sottoscrivere un appello in tal senso. Padre Alex Zanotelli ci invita a sottoscrivere un appello che ha chiamato "Rompiamo il silenzio sull'Africa"...

LO STRABISMO ETICO SUI MIGRANTI

di Michele Ainis    La Repubblica, 24 luglio 2018

Migrante sì, migrante no. Il primo lo accogliamo (sia pure a denti stretti), perché scappa da una guerra o da un tiranno, perché è dunque titolare del diritto d'asilo, garantito dalla Costituzione. Il secondo lo respingiamo alla frontiera, perché è un migrante economico, perché scappa dalla fame. Su questa gerarchia delle sciagure si regge, da sempre, la nostra politica verso gli immigrati...