Notizie

Un simbolo che unisce. Crocifisso

 Un simbolo che unisce. Crocifisso: le regole ci sono già


Carlo Cardia venerdì 27 luglio 2018

Probabilmente, la polemica che s’è aperta con la proposta di prevedere la presenza del Crocifisso in tutti gli uffici e i luoghi pubblici, con una estensione senza confini, perfino nelle Università, nei porti e aeroporti, terminerà presto, per la sua inutilità e per qualche profilo, contraddittorio e rischioso. Ciò che rende del tutto inutile la proposta è anzitutto la tradizione italiana, e il nostro ordinamento giuridico, che pur in tempi diversi, si sono ispirati a una laicità positiva che ha sempre salvaguardato il nostro Paese da polemiche aggressive, e l’ha indotto a scelte inclusive dall’epoca risorgimentale a oggi...

La bonta' al posto del buonismo

di Dacia Maraini

Corriere della Sera, 24 luglio 2018

Contro il buonismo, parola denigratoria e senza senso, perché non recuperare la parola bontà che è cugina di parole come solidarietà, comprensione, attenzione, cura?...

Rompiamo il silenzio per comprendere i migranti

di Dacia Maraini

Corriere della Sera, 26 luglio 2018

Non si possono prendere decisioni su un popolo in fuga senza sapere perché e come scappa: padre Zanotelli invita a sottoscrivere un appello in tal senso. Padre Alex Zanotelli ci invita a sottoscrivere un appello che ha chiamato "Rompiamo il silenzio sull'Africa"...

LO STRABISMO ETICO SUI MIGRANTI

di Michele Ainis    La Repubblica, 24 luglio 2018

Migrante sì, migrante no. Il primo lo accogliamo (sia pure a denti stretti), perché scappa da una guerra o da un tiranno, perché è dunque titolare del diritto d'asilo, garantito dalla Costituzione. Il secondo lo respingiamo alla frontiera, perché è un migrante economico, perché scappa dalla fame. Su questa gerarchia delle sciagure si regge, da sempre, la nostra politica verso gli immigrati...

Don Roberto Farinella: nuovo vescovo di Biella

È don Roberto Farinella il nuovo vescovo di Biella

 

È ufficiale: il nuovo vescovo di Biella è don Roberto Farinella. Il passaggio del testimone è avvenuto questa mattina, 27 luglio, alle 12, nelle cattedrali di Biella e Ivrea dai rispettivi vescovi Edoardo Cerrato e Gabriele Mana, in contemporanea con la pubblicazione del Bollettino della Santa Sede...

Ortega celebra la rivoluzione e attacca la Chiesa

 Nicaragua. Ortega celebra la rivoluzione e attacca la Chiesa: «Satanisti»


Lucia Capuzzi  AVVENIRE, venerdì 20 luglio 2018

 

Non cala la tensione dopo oltre trecento vittime nelle rivolte. Il presidente accusa i vescovi di «manovre golpiste contro il governo» e li definisce «satanisti». I pastori: oggi giornata di digiuno...

LA SCONFITTA DI SALVINI

Care amiche ed amici,
Salvini è già sconfitto. La sua controrivoluzione è fallita. Il vero proposito di Salvini, la sua vera promessa all’elettorato dell’Italia della paura, non era infatti di centellinare gli immigrati spartendoli tra i vari Paesi europei, ma era di fermarli ai confini del mare e bloccarli nelle loro prigioni arretrate; voleva difendere, come diceva, i cinquecento milioni di europei dall’invasione di questi stranieri, dopo che “a casa loro” li avevamo depredati di tutto.  Non gli è riuscito, e la debolezza delle sue prove di forza (porti chiusi e navi ferme) dimostra che non ci riuscirà, né lui né alcun altro stratega dell’apartheid europeo come lui...

E se Hanna Arent avesse ragione?

di Gabriele Sala

Il caso di Josepha, la donna di origine camerunese salvata il 17 luglio nel Mediterraneo dalla nave Open Arms (a ottanta miglia dalle coste libiche) insieme con i corpi di un’altra donna e di un bambino e della madre con il suo bambino, è solo l’ultimo dramma in ordine di tempo...

Humanae vitae, il primo testo bocciato da Paolo VI

 La rivelazione. Humanae vitae, il primo testo dell'enciclica fu bocciato da Paolo VI


Luciano Moia martedì 10 luglio 2018

Papa Montini approvò nel maggio '68 il testo di un'enciclica che avrebbe dovuto essere intitolata "De nascendae prolis". Poi ci ripensò. Lo rivela Marengo, docente di antropologia teologica

Humanae vitae, una storia da riscrivere. Con buona pace dei detrattori ad oltranza ma anche di chi continua a indicarla come pronunciamento infallibile e irreformabile. Invece, come nella maggior parte delle vicende umane, la verità sta nel mezzo...

NON ABBIATE PAURA DELLO STRANIERO

 39380 ROMA-ADISTA. La lettera indirizzata dalla Commissione episcopale per le Migrazioni della Cei alle comunità cristiane, dal titolo "Comunità accoglienti, uscire dalla paura" (datata 20 maggio, è stata diffusa il 15/5), si ricollega e aggiorna il precedente, pubblicato 25 anni fa, "Ero forestiero e mi avete ospitato"...

Migranti, dalla paura all'accoglienza

 CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali

 Nota della Presidenza della Cei

Migranti, dalla paura all’accoglienza

 Gli occhi sbarrati e lo sguardo vitreo di chi si vede sottratto in extremis all’abisso che ha inghiottito altre vite umane sono solo l’ultima immagine di una tragedia alla quale non ci è dato di assuefarci..