Notizie

BUON GIORNO SIGNORE!

A febbraio la terra si risveglia. E’ stato un lungo sonno l’inverno; pareva quasi una morte. Ma tu, Signore, ci insegni che la morte è soltanto un’apparenza. Come quando ti portarono al letto della fanciulla “morta”, dicevano. E morta era di certo; però tu dicesti “dorme”. E la destasti. Diciamo meglio che la morte ha un’apparenza di perennità; e invece è un sopore che passa...

 

ADRIANA ZARRI, con pseudonimo Myriam
rubrica Diverso pregare - Messaggero di Sant’Antonio - Febbraio 1990

 

Il Papa in Iraq - Terzo giorno - 7 marzo

PREGHIERA DI SUFFRAGIO PER LE VITTIME DELLA GUERRA

Presso Hosh al-Bieaa (piazza della Chiesa) a Mosul
Domenica, 7 marzo 2021

SALUTO PRIMA DELLA PREGHIERA

Cari fratelli e sorelle,
cari amici!

Ringrazio l’Arcivescovo Najeeb Michaeel per le sue parole di benvenuto e sono particolarmente grato a Padre Raid Kallo e al Sig. Gutayba Aagha per le loro toccanti testimonianze...

Il Papa in Iraq - Secondo giorno - 6 marzo

INCONTRO INTERRELIGIOSO

Piana di Ur - Sabato, 6 marzo 2021


DISCORSO DEL SANTO PADRE

Cari fratelli e sorelle,

questo luogo benedetto ci riporta alle origini, alle sorgenti dell’opera di Dio, alla nascita delle nostre religioni. Qui, dove visse Abramo nostro padre, ci sembra di tornare a casa.

Il Papa in Iraq - Primo giorno - 5 marzo

 

INCONTRO CON I VESCOVI, SACERDOTI, RELIGIOSI/E, SEMINARISTI E CATECHISTI

DISCORSO DEL SANTO PADRE

Cattedrale Siro-Cattolica di “Nostra Signora della Salvezza” a Baghdad
Venerdì, 5 marzo 2021

[Multimedia]

 

 

Beatitudini, Eccellenze,
Cari Sacerdoti e Religiosi,
Care Suore,
cari fratelli e sorelle!

Riccardo Larini e Enzo Bianchi

“È tempo di scuotere la polvere dai vostri calzari. Lettera ai fratelli e alle sorelle espulsi da Bose”. Un testo di Riccardo Larini e un comunicato di Enzo Bianchi

Caro Enzo,
inizio col rivolgermi a te, non per fare graduatorie di merito o ignorare (come hanno fatto in troppi) gli altri fratelli e sorelle che sono stati, inutile usare un eufemismo, espulsi da Bose, ma perché è palese che è soprattutto a causa tua (il che non vuol dire per colpa tua) che si sono riversati anche sugli altri l’odio e la furia dei parabolani/talebani che hanno preso in mano i destini della comunità che tu hai fondato, supportati da un’istituzione ecclesiale che sembra aver dimenticato ormai del tutto il vangelo e che ha optato palesemente per il ricorso a strumenti totalitari, degni dei peggiori regimi al mondo. Il tutto, infine, sotto gli occhi compiacenti e in larga misura complici di una stampa cattolica che conferma l’attuale abbandono della traiettoria conciliare da parte della chiesa italiana...

Nel sito di Bose..

Nel sito di Bose

Sollecitudine paterna

5 marzo 2021

La Comunità esprime profonda gratitudine a papa Francesco per la sollecitudine paterna mostrata nel corso dell’udienza concessa ieri 4 marzo al priore fr. Luciano Manicardi e a p. Amedeo Cencini, Delegato Pontificio.
Riportiamo di seguito il Comunicato della Santa Sede...

Primo Papa nella terra di Abramo

Primo Papa nella terra di Abramo:
di Gian Guido Vecchi - 4 marzo 2021 - 10:09 - Corriere.it
CITTÀ DEL VATICANO Lekh lekha, «vattene». Francesco è il primo Papa in duemila anni ad andare là dove tutto è cominciato, l’antica città sumera di Ur, poco distante dalla riva destra dell’Eufrate, Genesi 12, «Il Signore disse a Abramo: vattene dalla tua terra»: nella terra di Abramo, il patriarca dell’alleanza di Dio con Israele, il «padre di tutti i credenti» cui risalgono anche le altre grandi religioni monoteiste dette «abramitiche», cristianesimo e islam.

VIDEOMESSAGGIO DEL SPAPA PRIMA DEL VIAGGIO IN IRAQ

VIDEOMESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO
PRIMA DEL
VIAGGIO APOSTOLICO IN IRAQ
[5-8 marzo 2021]

[Multimedia]

Cari fratelli e sorelle in Iraq, assalam lakum! [pace a voi!]

Tra pochi giorni finalmente sarò tra voi! Desidero tanto incontrarvi, vedere i vostri volti, visitare la vostra terra, antica e straordinaria culla di civiltà. Vengo come pellegrino, come pellegrino penitente per implorare dal Signore perdono e riconciliazione dopo anni di guerra e di terrorismo, per chiedere a Dio la consolazione dei cuori e la guarigione delle ferite. E giungo tra voi come pellegrino di pace, a ripetere: «Voi siete tutti fratelli» (Mt 23,8)...

Le chiavi della Pace

Il Papa e la Porta del Medioriente. Le chiavi della Papa


Stefania Falascavenerdì 5 marzo 2021 - Avvenire.it

La certezza è che oggi il Papa mette piede a Baghdad. «Sono appena rientrato dalla cattedrale dove ero andato a vedere i preparativi per l’arrivo di Francesco. C’era lì una donna musulmana, che era venuta a pregare la Vergine Maria. Lei mi ha detto: 'Grazie a Dio, il Papa viene. Questa visita è come l’ultima speranza per noi iracheni'»....