Notizie

I giovani della Gmg: sì alla convivenza

Sì alla convivenza: i giovani della Gmg amano il Papa ma 'aggiornano' i precetti
La vita insieme prima del matrimonio è scelta dal 30% dei ragazzi cattolici europei, percentuale che scende al 15% tra gli italiani. Mentre la Chiesa viene giudicata non al passo con i tempi. E' l'identikit dei partecipanti alla Giornata mondiale della gioventù secondo il rapporto dell'Istituto Toniolo e della Cattolica di Milano
di ORAZIO LA ROCCA - La Repubblica, 25 luglio 2016

La Curia dona le sue case agli occupanti indigenti

CITTÁ DEL VATICANO. Era un impegno preso un anno fa con papa Francesco durante la visita a Napoli. Ieri il cardinale Crescenzio Sepe, che prima di amministrare la diocesi partenopea è stato ministro Vaticano delle Missioni, ha mantenuto la promessa...

Giacomo Galeazzi (La Stampa, 17 luglio 2016)

Banglanews 740 - 27 luglio 2016

Missione
»» I nostri Santi nella formazione dei giovani tanzaniani di sr. Zita Amanzia Danzero
»» Il mio (nostro) amico San Pietro di sr. Stefania Raspo
»» Missione è aprire strade nuove di p. Lino Maggioni, sx
Chiesa
»» Papa: a un gruppo di poveri, pregate per chi è ricco e per chi non ha compassione
GMG 2016
»» Cracovia, giovani di tutto il mondo e allerta massima per la GMG...

Gmg, il Papa in Polonia

Il mondo è in guerra ma la religione non c'entra - 27 luglio 2016 - La Presse

Papa Francesco sbarca in Polonia per la Giornata Mondiale della Gioventù
Non un viaggio semplice. Quello che papa Francesco inizia oggi in Polonia, teatro della Giornata Mondiale della Gioventù, non è affatto alla portata. Avviene in uno dei momenti più drammatici per l'Europa e in uno dei paesi, governati dalla destra, che ha una visione ben diversa da Bergoglio su immigrazione e solidarietà. Il Pontefice va nella terra di Wojtyla dove incontrerà migliaia di ragazzi, provenienti da ogni parte del mondo che già dagli scorsi giorni stanno raggiungendo Cracovia per partecipare alla 31esima Giornata Mondiale della Gioventù...

Banglanews 739 - 20 luglio 2016

Il dialogo dei monaci
di don Renato Rosso
Sul sito Asianomads è stato aggiunto il cap. IV "Teofilo e la sfida della morte" del libro di don Renato. Come richiesto dall'autore e già segnalato su Banglanews 735 chi lo desidera può inviare suggerimenti, correzioni, aggiunte, cancellazioni, miglioramenti all'indirizzo rossorenato@hotmail.com

Banglanews 739 - 20 luglio 2016

Sommario


Missione
»» Il fullo delle Sante di sr. Stefania Raspo
»» Come canne di bambù di p. Luca Bolelli
»» Una presenza di consolazione nell'isola Tierra Bomba di sr. Gloria Ospina e sr. Celina Otálvaro
Mondialità
»» Cooperazione e progetti: Micro a chi? di Chiara Giovetti
»» Migrazioni e megalopoli - «Casa-macchina», un sogno che si paga di Gabriele Battaglia...

Ma essere minoranza è una grande chance...

Ma essere minoranza è una grande chance per il cristianesimo

di Vito Mancuso

Già nel 1929 il gesuita Pierre Teilhard de Chardin, teologo e scienziato, scriveva: «La Chiesa continuerà a declinare finché non si sottrarrà al mondo fittizio della teologia verbale, del sacramentalismo quantitativo e delle devozioni eteree di cui ama circondarsi". A distanza di quasi un secolo il cardinale Carlo Maria Martini nell' ultima intervista dell' agosto 2012 dichiarava: «La Chiesa è rimasta indietro di 200 anni»...

Vito Mancuso (La Repubblica, 3 luglio 2016)

Banglanews 738 - 13 luglio 2016

»» Il quinto figlio, il "quinto evangelio" di p. Alberto Caccaro
»» Missione rurale accanto ai tribali di Emanuela Citterio
»» Piquiá de Baixo: questa resistenza é uno spettacolo! di p Dario Bossi
»» Suquicha: iniziamo male, sicuro andrà bene... di sr. Stefania Raspo
»» Tra selfie, passerelle e «impossibilia Dei» di p. Alberto Caccaro
»» Erbil, la Chiesa caldea riflette sulle sfide della missione fra jihadismo e migrazione...

Banglanews 737 - 6 luglio 2016

Missione
»» Filosofando... di sr. Stefania Raspo
»» Sacerdote ad Amman: la mia vita con i profughi di Mosul
Mondialità
»» Quella clamorosa concentrazione di ricchezza in mano all'1% di Marta Rizzo
»» Global Peace index 2016: l'istantanea del mondo in guerra di Marta Rizzo
»» Rimanere o migrare? La forbice genera mobilità di Giulio Albanese
»» La fame ha sempre una componente politica di Paolo Beccegato
»» La fede dei semplici ci salverà di Piero Gheddo
»» Land grabbing: Grain documenta 500 nuovi casi di Emanuela Citterio...

Riflessioni non conformiste sul Giubileo da cattolici 'conciliari'

Tempo di Giubileo : la misericordia deve avere un volto e una pratica politica, deve costruire reti, mobilitare l'opinione pubblica e le Chiese, fare cultura ed educazione

( riflessioni del network milanese che, da quindici anni, riflette sui problemi della Chiesa e della società)

In un incontro a Milano il 16 aprile le associazioni firmatarie di questo documento hanno messo a fuoco alcune constatazioni...

PER CAPIRE MEGLIO LA REALTA' DEL BANGLADESH

Da prato al Bangladesh... di classe

si piange per un pugno di imprenditori del «made in Bangladesh» uccisi, ma non si fa parola sullo stillicidio di migliaia di schiavi e bambini che muoiono in quel genere di fabbriche.

Dopo la rivolta della «comunità cinese» di Prato, ecco, come per fatale contrappasso, la strage di imprenditori tessili italiani a Dhaka, capitale del «Made in Bangladesh»! Prato è centro tradizionale dell'industria tessile «Made in Italy», passato in larga parte alla rampante imprenditoria cinese, e dove già un disastroso incendio mortifero, avvenuto lo stesso anno 2013 di quello del Raza Plana in Bangladesh, anch'esso dovuto all'assenza di sicurezza a salvaguardia degli schiavi cinesi che lavoravano e dormivano nei loculi del soppalco di una delle fabbriche-dormitorio del Macrolotto-1, dove se ne contavano almeno 2000, la quasi la metà delle 5000 fabbriche «orientali», cosiddette dalla camera di commercio, e addette all'abbigliamento...

Omelia di Papa Francesco - 29 giugno

Omelia di Papa Francesco per la messa e la benedizione dei palli per i nuovi metropoliti nella solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo (mercoledì 29 giugno 2016):


La Parola di Dio di questa liturgia contiene un binomio centrale: chiusura/apertura. A questa immagine possiamo accostare anche il simbolo delle chiavi, che Gesù promette a Simone Pietro perché possa aprire l'ingresso al Regno dei Cieli, e non certo chiuderlo davanti alla gente, come facevano alcuni scribi e farisei ipocriti che Gesù rimprovera (cfr Mt 23,13)...