Notizie

Il ricordo di Don Tonino Bello

Il ricordo di Don Tonino Bello a 30 anni dalla sua morte

ALESSANO – “La bellezza di Dio e la bellezza dell’altro salveranno il mondo” una vita dedicata al bene per il prossimo e alle cose belle: parole quantomai attuali e che assumono un significato ancor più particolari nel giorno in cui ricorre il 30esimo anniversario dalla sua morte. Don Tonino Bello resta una figura indimenticabile e di riferimento...

https://www.trnews.it/2023/04/20/il-ricordo-di-don-tonino-bello-a-30-anni-dalla-sua-morte/388239

Francesca Spinetta

Funerale di don Giorgio Chatrian.

Le Comunità di San Defendente  e di San Martino con gli amici di “Una Chiesa a più voci” ricordano con amicizia, ammirazione e gratitudine il carissimo don Giorgio, anche per le numerosissime volte venuto tra noi. Ora ne sentiamo ancora viva la presenza...

La morte di Vittorio Bellavite

La morte di Vittorio Bellavite 12 Aprile 2023

Il cordoglio di Rete Pace Disarmo per la scomparsa di Vittorio Bellavite

 

La Rete Italiana Pace e Disarmo si unisce al cordoglio dei suoi cari e degli amici per la morte di Vittorio Bellavite, per lungo tempo presidente di “Noi Siamo Chiesa” una delle organizzazioni aderenti alla nostra Rete (e prima ancora a Rete Italiana Disarmo).

Figura importante dei movimenti per la Pace di ispirazione cristiana (e attivo anche nelle esperienze politiche) Vittorio Bellavite non ha mai fatto mancare il suo sostegno e quello della sua organizzazione alle campagne ed attività collettive della nostra Rete.

E’ PASQUA! FESTA DEI MACIGNI ROTOLATI!

 

di don Tonino Bello, venerabile

La mattina di Pasqua le donne, giunte nell'orto, videro il macigno rimosso dal sepolcro .
Ognuno di noi ha il suo macigno. Una pietra enorme, messa all'imboccatura dell'anima, che non lascia filtrare l'ossigeno, che opprime in una morsa di gelo, che blocca ogni lama di luce, che impedisce la comunicazione con l'altro...

Cessate il fuoco. Appello di Mario Primicerio...

Cessate il fuoco. Appello di Mario Primicerio per fermare la strage della guerra in Ucraina

31 MARZO 2023 a cura di Carlo Cefaloni
FONTE: CITTÀ NUOVA

Chi vuole davvero la pace deve mettersi dalla parte della “povera gente” e chiedere il cessate il fuoco senza condizioni. Lo dicano esplicitamente i movimenti per la pace e se ne faccia carico l’Europa per impedire il protrarsi del massacro in Ucraina e l’escalation verso l’ecatombe nucleare. Intervista a Mario Primicerio che lancia l’appello a seguire oggi l’esempio del viaggio di La Pira nel Vietnam sotto i bombardamenti nel 1965...

Papa Francesco sta meglio

Papa Francesco, ricoverato da mercoledì al Gemelli,  sta meglio e dagli esami ultimi si prevede il suo rientro a Santa Marta per domani  sabato 1 aprile.

Ringrazia per la vicinanza e le preghiere di quanti hanno espresso nei modi più diversi l'augurio della sua partecipazione  alle celebrazioni della Settimana Santa. 

DOPO UN ANNO DI GUERRA UN INVITO A RIFLETTERE

Fabrizio Filiberti / Giannino Piana 

Dopo un anno di guerra la sfida è massima, per tutti. Da un lato, gli interventisti scontano solo il crescente invio di armi che produce un’escalation senza esito. La diplomazia europea o internazionale non ha prodotto risultati. Dalla ricerca della pace si è scivolati alla ricerca della vittoria. Dall’altro lato, i pacifisti hanno continuato a dichiarare la loro contrarietà all’invio delle armi, a non rispondere in modo alternativo alla domanda di aiuto del popolo ucraino, a denunciare l’abbandono e il silenzio graduale sulla ricerca di soluzioni alternative. Ciò lascia lacerati le coscienze....