Notizie

ARMONIZZARE LA RAGIONE E IL CUORE

 di Arturo Paoli
Il Dio in cui non credo: che cosa vuol dire? Quando ci rivolgiamo a Dio, abbiamo bisogno di sapere a chi ci rivolgiamo. Abbiamo bisogno di un cammino di liberazione perché senza avvedercene abbiamo costruito degli dei: dei bisogni, delle illusioni, dei progetti che in un certo senso adoriamo...

 

ARTURO PAOLI, UNA VITA DA TEOLOGO DELLA LIBERTÀ

 di Vito Mancuso Repubblica 2 dicembre 2013
Cent'anni di fraternità è il nuovo bellissimo libro di Arturo Paoli, un titolo che suona come una metafora dell'esistenza in contrapposizione ai Cent'anni di solitudine di Garcia Marquez, ma che certifica anche una vita individuale che il 30 novembre scorso ha compiuto 101 anni. Nato a Lucca nel 1912, sacerdote, medaglia d'oro al valore civile e giusto tra le nazioni per aver salvato molti ebrei, Paoli risulta presto sgradito alla chiesa di Pio XII e viene allontanato dall'Italia. Va in Argentina dove trascorre 13 anni e finisce tra le liste dei condannati a morte del regime, si salva andando in Venezuela dove rimane 12 anni, poi in Brasile dove passa vent'anni, torna in Italia nel 2005...

COSTRUIRE PROSSIMITA'

Le relazioni sono sempre più astratte

La cosiddetta modernità si apre con un grido: Dio è morto e suona vittoria, libertà, emancipazione. Una Chiesa resisterà ancora per i pavidi, i timidi, coloro che temono la morte. L'uomo ha diritto a vivere comodamente sulla terra, e questo diritto premia solo il più forte, il più audace, il più temerario: il mondo è tuo. Il povero, l'emarginato è un essere spregevole,.. un ozioso, un debole che si emargina da se stesso. Non bisogna perdere tempo con lui. Lasciamo ai religiosi e alle religiose che disprezzano la terra di accogliere questi derelitti che per noi sono dei relitti, dei poveri resti. L'uomo vero è il super uomo. Il potere è volontà e la volontà raggiunge il potere: la sintesi è volontà di potenza...

Arturo Paoli
(dal n° 11/2009 di ORE UNDICI)

LA GRECIA DEVE RESTARE IN EUROPA

di ENZO BIANCHI - La Stampa, 12 luglio 2015

"Eppure lo rovina il no - quel giusto no - per tutta la sua vita". Così termina la profetica poesia "Che fece ... il gran rifiuto" scritta da Kavafis nel 1901. Da tempo pensavo di esprimere la mia convinzione che la crisi greca non è questione di finanza né di economia ma di politica e, prima ancora, di etica e di cultura. Ora che il referendum ha obbligato tutti, volenti e nolenti, a confrontarsi su cosa si voglia fare non tanto del debito pubblico di uno stato economicamente marginale quanto piuttosto del progetto comune europeo, un appello accorato proveniente in queste ore cruciali da una ventina di teologi e docenti universitari greci, mi spinge a unire la voce e il pensiero a quanti si prodigano affinché quel "giusto no" non significhi "rovina per tutta la vita" per chi l'ha liberamente e democraticamente pronunciato...

FRANCESCO: Chiesa in uscita. Da dove, per dove?

Di LEONARDO BOFF

Mentre ancora celebriamo la straordinaria enciclica su «La cura della Casa Comune», torniamo a riflettere su una prospettiva importante di Papa Francesco, il vero logotipo della sua comprensione della Chiesa: "Una Chiesa in uscita". Questa formulazione racchiude una velata critica al modello anteriore di Chiesa che era una Chiesa "senza uscita" a causa di diversi scandali di ordine morale e finanziario, che avevano forzato papa Benedetto XVI a rinunciare, una Chiesa che aveva perso il suo capitale più importante: la moralità e la credibilità dei cristiani e del mondo secolare...

IL PAPA È TORNATO

"Non ho assaggiato coca. Crocifisso falce e martello? Nessuna offesa"
Buenos Aires, 13 luglio 2014 - Papa Francesco è rientrato a Roma al termine del suo viaggio in Sudamerica. L'aereo con a bordo il Pontefice è decollato intorno all'una e quaranta di questa notte (ora italiana) dall'aeroporto di Asuncion in Paraguay. L'arrivo intorno alle 13.45...

LETTERA A TSIPRAS

Il messaggio ad Alexis Tsipras del Premio Nobel per la pace: «È urgente riformare il sistema economico e stabilire un nuovo contratto sociale»: ed è chiaro che non si parla delle "riforme" della Troika.

La Repubblica, 2 luglio 2015
LETTERA A TSIPRAS da parte di ADOLFO PÉREZ ESQUIVEL Premio Nobel per la pace
AL PRIMO ministro della Grecia, Alexis Tsipras.
Invio a lei e al popolo greco il mio abbraccio solidale per la grave situazione che state vivendo a causa della speculazione finanziaria che raggiunge i propri interessi a scapito dei popoli...

Cosa vuol dire essere casti oggi

 di ENZO BIANCHI
La Repubblica, 1 luglio 2015

«A voi giovani dico: siate casti ... fate lo sforzo di vivere l'amore castamente!.». Queste parole di papa Francesco ai giovani pronunciate domenica scorsa hanno suscitato reazioni di ogni tipo ma tutte rivelative del dato che "castità" è una parola sovente incompresa, anzi misconosciuta e derisa, soprattutto perché è confusa con l'astinenza o la continenza sessuale o con il celibato. L'etimologia ci suggerisce che è casto (castus) colui che rifiuta l'incesto (in-castus)...

Papa: cristiani uniti nel sangue, non dividiamoci nella vita.

Venerdì 3 luglio 2015
Un'invocazione per "l'unità di tutti i cristiani". L'ha levata Papa Francesco in Piazza San Pietro, intervenendo all'iniziativa "Vie di unità e di pace - Voci in preghiera per i martiri di oggi e per un ecumenismo spirituale", che nel pomeriggio ha dato il via alla 38.ma convocazione di Rinnovamento nello Spirito. L'evento di preghiera, spiritualità ed evangelizzazione, alla presenza di rappresentanti delle comunità cristiane di tutto il mondo, proseguirà domani allo Stadio Olimpico di Roma e sarà seguito, nel 2017, da un altro appuntamento in Piazza San Pietro "per festeggiare - ha annunciato il Papa - questa corrente di grazia"...

Il santo dei poveri

di Luigi Bettazzi
mosaicodipace.it - giugno 2015

Il ricordo di dom Helder Camara. Anche lui vescovo secondo Concilio. Perché i poveri possano essere considerati soggetti responsabili del cammino della stessa Chiesa.
Al via, per dom Helder, il processo di canonizzazione...