Notizie

Un Papa dallo stile diverso

Bisaccia del mendicante - gennaio 2015 
JESUS, gennaio 2015 di ENZO BIANCHI

Nella bisaccia del mendicante che porto a tracolla e che in cammino sovente mi batte sul cuore, raccolgo cose preziose che conservo amorosamente anche per tirarle fuori al tempo opportuno, ma ce ne sono anche altre che, dopo un attento discernimento, lascio cadere a terra: non sono degne di essere conservate...

Lettera aperta al mondo musulmano

Abdennour Bidar
Pubblicato: 10/01/2015 20:34 CET Aggiornato: 10/01/2015 20:41 CET

Caro mondo musulmano, sono uno tra i tuoi figli allontanati, che ti guarda dal di fuori e da lontano, da questa Francia dove tanti dei tuoi figli vivono oggi. Ti guardo con occhi severi, occhi di un filosofo cresciuto con il taçawwuf (sufismo) e il pensiero occidentale. Ti guardo pertanto dalla mia posizione di barzakh, di istmo tra i due mari d'Oriente e d'Occidente...

KOINONIA N.1-2015

Cari amici,
vari contrattempi ritardano la spedizione del primo numero di Koinonia 2015, con cui annunciare la convocazione del prossimo incontro, previsto per domenica 25. Possiamo rimediare con questo Forum per qualche anticipazione, ma soprattutto per segnalare l'impostazione della giornata ed offrire materiale di lettura e di riflessione, in modo da viverla in piena e attiva condivisione: si tratta, come si sa, di farsi portatori consapevoli di istanze più grandi di noi, ma che passano inevitabilmente attraverso di noi...

L'ambiguit delle piazze francesi

09/01/2015 Rossana Cassandra - www.sbilanciamoci.info.

Non si possono portare avanti due politiche opposte - l'accarezzare vecchie e ingiustificabili tendenze coloniali e la difesa dei valori repubblicani - come ha fatto il governo socialista francese, nel tentativo di mettere in campo un diversivo allo scontento popolare in tema di diritti dei lavoratori e di politica economica
Le sole parole equilibrate nel diluvio di dichiarazioni di orrore e di angoscia anche della stampa italiana per l'assassinio dei disegnatori e del direttore di "Charlie Hebdo" le ha scritte Massimo Cacciari, riportando la questione alla sua dimensione temporale e politica...

Io non mi dissocio

Karim Metref
Karim Metref, educatore e blogger che vive a Torino, ha scritto una lettera di risposta a questo articolo di Igiaba Scego.
Cara Igiaba,
in questi giorni saremo messi sotto torchio e le prossime campagne elettorali saranno fatte sulla nostra schiena. Gli xenofobi di tutta Europa vanno in brodo di giuggiole per la gioia e anche gli establishment europei che non hanno risposte da dare per la crisi saranno contenti di resuscitare il vecchio spauracchio per far rientrare le pecore spaventate nel recinto...

Politica di accoglienza o avremo il conflitto in Europa

Repubblica.it Esteri 09 gennaio 2015
Strage Charlie Hebdo, Cacciari: "Politica di accoglienza o avremo il conflitto in Europa"
di RODOLFO SALA

 

 

 


MILANO - "I fatti orrendi di Parigi dovrebbero imporre a tutti noi di ragionare alla grande, ma in questo clima sono in pochi a ragionare, soprattutto in Italia. Il livello del dibattito è deprimente". Lo dice il filosofo Massimo Cacciari...

Non in mio nome

venerdì 9 gennaio 2015
UN MESSAGGIO INEQUIVOCABILE "Non in mio nome"
di Igiaba Scego (scrittrice italiana di origine somala)

Oggi mi hanno dichiarato guerra. Decimando militarmente la redazione del giornale satirico Charlie Hebdo mi hanno dichiarato guerra. Hanno usato il nome di dio e del profeta per giustificare l'ingiustificabile. Da afroeuropea e da musulmana io non ci sto...

MA ISLAM VUOL DIRE PACE

 di Vito Mancuso, da la Repubblica del 10 gennaio 2015


IL PARADOSSO è che Islam viene dalla radice s-l-m che in arabo forma "salam" e in ebraico "shalom", cioè pace. Esso quindi significa pace e rimanda alla pace del cuore e della mente che si ottiene quando ci si sottomette a quella verità ultima del mondo tradizionalmente detta Dio. Questo sottomettersi però non è da intendersi come cessazione della libertà, come la Soumission descritta da Michel Houellebecq nel suo nuovo romanzo e come a loro volta l'intendono gli integralismi islamici di ogni sorta, Is, Al Qaeda, Boko Haram, Hezbollah e affini. Si tratta piuttosto di sottomettersi nel senso di "mettersi sotto", ripararsi, come quando piove forte e ci si rifugia dall'acquazzone. È la medesima disposizione esistenziale che porta i buddhisti a recitare ogni giorno "prendo rifugio nel Buddha, nel Dharma, nel Sangha", e che porta i cristiani a dire "Amen" cioè "è così, ci sto, mi affido" o a recitare Sub tuum praesidium. La sottomissione equivale alla custodia e al compimento della libertà del singolo che trova un porto a cui approdare e quindi una direzione verso cui navigare: è questo il fondamento originario alla base dell'Islam e di ogni altra religione...

La barca di Pietro, i contro rematori e la fiducia in Francesco

Il direttore Marco Tarquinio risponde
AVVENIRE 2 gennaio 2015
La barca di Pietro, i «contro rematori» e la fiducia in Francesco

Caro direttore,
è l'ultimo giorno dell'anno e ho appena finito di leggere il bell'articolo di don Maurizio Patriciello. Sono contento che Avvenire l'abbia pubblicato perché mi sembra la risposta più convincente ed evangelica che io abbia letto sinora a proposito del «cattolico medio» e della diatriba tra Vittorio Messori e Leonardo Boff seguita alla pubblicazione, proprio alla vigilia di Natale, di un articolo dello stesso Messori sulla figura di papa Francesco...

 

A proposito del 'cattolico medio'

a cura Redazione "Il sismografo" di Luis Badilla

Ci risiamo anche se si tratta di un vecchio trucco, desueto e poco convincente. E' riapparso il famigerato "cattolico medio". Su una testata italiana, uno scrittore italiano, volendo proporre alcune sentenze sul discorso del Papa alla Curia Romana dello scorso lunedì 22, quello delle "15 malattie curiali", si è ricordato di un vecchio conoscente...

Come si allunga la lista degli avversari di Papa Francesco

03 gennaio 2015 di Matteo Matzuzzi
CHE COSA RIBOLLE DENTRO E FUORI IL VATICANO
Tutti i nemici del Papa, scrive Repubblica lanciando una doppia pagina di analisi sulla resistenza (forte) che sta incontrando Francesco nell'attuare la sua riforma spirituale e curiale. Nota Marco Ansaldo che "il nodo della Chiesa riformista di Bergoglio è arrivato al pettine. O lo si scioglie o lo si taglia. Dopo la clamorosa rinuncia al pontificato di Benedetto XVI, l'improvvisa comparsa di un Pontefice argentino, con il nome impegnativo di Francesco, ha travolto i credenti e la gerarchia"...

Tutti i nemici di papa Francesco.

La Repubblica sabato 3 gennaio 2015 (Marco Ansaldo)
 "Il riformismo turba i fedeli". E scatta un appello in sua difesa

L'Avvenire scende in campo a difesa del Papa. Un Francesco che, a dispetto delle svolte, comincia a essere attorniato dalle critiche e azzannato dai lupi. Con un editoriale del suo direttore, Marco Tarquinio, dal titolo «La barca di Pietro, i "contro rematori" e la fiducia in Francesco», il quotidiano dei vescovi argina l'ultimo attacco. «Belle le lettere sulla ruvida uscita prenatalizia contro il nostro Papa - scrive Tarquinio - ...